WHATSAPP: 349 88 18 870

Gela: ragazzo lasciato da fidanzata chiede di essere arrestato e, al rifiuto, aggredisce carabiniere

Grazio Pizzardi, di 20 anni, disoccupato, ha rivolto, stamani, all’incredulo e sbigottito piantone della caserma dei carabinieri del comando territoriale di via Venezia.

Gela: ragazzo lasciato da fidanzata chiede di essere arrestato e, al rifiuto, aggredisce carabiniere

«Per favore, arrestatemi. La mia vita, da uomo libero, non ha più senso perché la mia ragazza, bellissima, mi ha lasciato per un altro, e senza di lei, meglio il carcere». È stata questa la singolare richiesta che un giovane di Gela, Grazio Pizzardi, di 20 anni, disoccupato, ha rivolto, stamani, all’incredulo e sbigottito piantone della caserma dei carabinieri del comando territoriale di via Venezia.

E quando il militare gli ha detto che se non aveva commesso reati non c'erano i motivi per eseguire l'arresto, il giovane è andato su tutte le furie. Ha estratto dalle tasche un coltello a serramanico e ha minacciato di morte il piantone e gli altri carabinieri richiamati dal trambusto. Grazio Pizzardi, prima di essere bloccato ha sferrato calci e pugni e spaccato il tavolo di marmo di uno degli uffici. Alla fine è riuscito a farsi arrestare e portare in carcere, come chiedeva, ma con l’accusa di oltraggio, resistenza e violenza a pubblico ufficiale, minaccia aggravata e danneggiamento.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa