WHATSAPP: 349 88 18 870

Licata: prigionieri di due rottweiler
Ore di incubo per una famiglia

Le forze dell'ordine stanno cercando di identificare il proprietario

Licata: prigionieri di due rottweiler. Ore di incubo per una famiglia

Licata. Barricati in casa per paura di essere assaliti da due Rottweiler inferociti. La brutta avventura è capitata ad una donna e ai suoi figli, residenti in una villetta utilizzata nel periodo estivo, in contrada «Nicolizia», a poche centinaia di metri dal mare di Licata. Si trovavano nella veranda quando improvvisamente sono sbucati gli animali, probabilmente scappati poco prima dal giardino di qualche residenza vicina. La famigliola se l'è vista brutta e ha rischiato davvero tanto, con i due cani rimasti a «presidiare» l'esterno della casa per alcune ore.

C'è voluto l'intervento dell'accalappiacani e della polizia, i quali senza non poche difficoltà, hanno preso in custodia i due grossi cani e portarli presso il canile comunale. Le indagini, immediatamente avviate dai poliziotti, ad oggi non hanno permesso di individuare il proprietario degli animali. Rischia la denuncia per omessa custodia. L’episodio si è verificato l'altro ieri pomeriggio, mentre madre e figli si trovavano rilassati in veranda. Il capofamiglia, un libero professionista del luogo, non c'era. E' stato un attimo. A un tratto hanno sentito dei latrati piuttosto insistenti e si sono spaventati, ed hanno cercato di vedere di cosa potesse trattarsi. A un tratto davanti a loro si sono materializzati due grossi Rottweiler entrati da un varco presente nella recinzione.

I componenti del nucleo familiare sono rimasti immobili mentre i due cani hanno iniziato a ringhiare. In quel preciso momento hanno attaccato le persone. Il riflesso istintivo di madre e figli, è stato quello di urlare a gran voce e di scappare a tutta birra. Senza il tempo di pensare cosa fare, l’istinto ha consigliato di trovare riparo all'interno dell'abitazione, riuscendo a mettersi in salvo. Scampato l’imminente pericolo, ma terrorizzati, per un po’ hanno sperato, che i cani se ne ritornassero da dove erano venuti. Una speranza che si è rivelata vana. Gli animali dovevano essere semplicemente infuriati neri. Hanno anche cercato di trovare qualcosa di aperto per entrare in casa. Assaliti dalla paura, per circa mezz’ora sono rimasti ad aspettare, con la speranza che arrivasse qualcuno ad aiutarli. Poi è scaturita la decisione di utilizzare il telefono cellulare per chiedere aiuto al centralino del 113.

All’operatore hanno spiegato di trovarsi imprigionati dentro la villetta, senza avere la possibilità di uscire per la presenza di due Rottweiler fuori di sé, che non volevano sapere di andarsene. Subito sul posto sono intervenuti gli agenti del Commissariato di Licata, che avvicinandosi hanno cercato di mettere in fuga gli animali. Senza successo. Gli uomini in divisa hanno dovuto fare dietrofront, aspettando l'arrivo del veterinario e del personale dell’Asp. Non è stata un'impresa facile catturare i due cani. Ad un certo punto si era pensato anche di abbatterli. Fortunatamente dopo circa due ore i soccorritori sono riusciti a bloccare gli animali, mettendoli al sicuro nelle gabbie del furgone dell’accalappiacani. In seguito sono stati portati al canile comunale. Stanno bene madre ei figli a parte lo spavento e lo shock per l'accaduto. Le indagini dei poliziotti sono concentrate a individuare il proprietario degli animali.

«I due Rottweiler sono privi di microchip, ma hanno un collare - afferma Angelo Rinascente, responsabile del canile - Probabilmente hanno eluso la sorveglianza del padrone e sono fuggiti da una proprietà privata. Ora resteranno qui da noi dieci giorni, nel corso dei quali, saranno assistiti e osservati dal personale addetto e da un veterinario. Verranno sottoposti a visite per verificare lo stato generale e comportamentale, con annotazioni particolari in caso di evidente aggressività».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa