WHATSAPP: 349 88 18 870

«Un Patto per il Sud da 5 mld e mezzo che vale più delle Olimpiadi»

Il piano del Patto siglato da Renzi ad Agrigento, illustrato a Palazzo d'Orleans dal presidente Crocetta. I fondi serviranno a finanziare 1100 progetti già cantierabili in 343 comuni dell’isola

«Un Patto per il Sud da 5 mld e mezzo che vale più delle Olimpiadi»

PALERMO - Vale 5 miliardi 750 milioni di euro il patto per il Sud con la Regione siciliana siglato ad Agrigento dal premier Matteo Renzi e dal governatore della Sicilia Rosario Crocetta lo scorso 10 settembre. Si tratta di fondi del Fondo sociale europeo e del piano di azione e coesione che serviranno a finanziare 1100 progetti già cantierabili in 343 comuni dell’isola.

Il piano, che è stato illustrato in conferenza stampa dal presidente della Regione Rosario Crocetta a Palazzo D’Orleans, prevede interventi suddivisi in cinque macro aree: Turismo e Cultura (267,2 mln) Infrastrutture (1,8mld), Sviluppo economico ed attività produttive (965,4 mln), Ambiente (2,5 mld) Sicurezza e legalità (118,6 mln). Si va dal rafforzamento della filiera turistica, interventi su poli e beni culturali; infrastrutture portuali, riqualificazione urbana miglioramento della viabilità, ad interventi nelle aree industriali, cantieristica navale, interventi volti a rafforzare il sistema della ricerca scientifica in campo sanitario, accesso al credito, agenda digitale; interventi nel settore dell’acqua e rifiuti, dissesto idrogeologico territorio, impianti sportivi e energie alternative.

Nel patto sono compresi oltre 130 interventi di tipo «sovracomunale», come strade o interventi sulle sulle aste fluviali. «Sono più di mille i cantieri - ha detto Crocetta - distribuiti in tutto il territorio della Regione e articolati per aree di intervento non solo tematiche ma geografiche». Cantieri per 2 miliardi di euro dovrebbero partire nel 2016 e 2017. 

«Sono un pò più delle somme per le Olimpiadi», - ha commentato ancora il governatore siciliano» «Cosa avremmo dovuto fare? Avremmo dovuto dire che non volevamo queste opere per i rischi nella gestione?», ha osservato Crocetta riferendosi senza mai citarla alla scelta del sindaco di Roma Virginia Raggi che ha detto no alle Olimpiadi 2024 nella Capitale. «La scommessa si fa con la trasparenza - ha aggiunto - e con i patti di legalità, che faremo coinvolgendo le forze dell’ordine per sottoporre a monitoraggio costante queste opere».
«Due miliardi di euro equivalgono - ha detto Crocetta - a un punto e mezzo di Pil. Si tratta di attività che possono contribuire allo sviluppo della Sicilia. A questi 7 miliardi va poi aggiunto un altro miliardo che va alle città metropolitane».
Il governatore ha quindi ricordato che la sigla del Patto per il Sud consentirà nel 2016 e 2017 di far partire oltre mille cantieri. Il presidente della Regione ha anche sottolineato che nel Patto per il Sud con la Regione siciliana sono previsti, invece, interventi per la piccola portualità per 19 mln di euro. Gli interventi riguardano tra gli altri i porti di Lampedusa, Lipari, Vulcano, Castellammare del Golfo. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa