WHATSAPP: 349 88 18 870

Rigoli pensa al successo: «Agrigento mi ha dato molto, ma oggi alleno una squadra che deve vincere per festeggiare anche i 70 anni di vita del club»

Per l'ex tecnico dell'Akragas, oggi al Catania, quella di domenica sarà una partita normale e scioglie i dubbi sulla formazione

Lega Pro, Catania nella tana del Matera. Rigoli: "Loro sono forti ma il Catania ha la sua forza"

Pino Rigoli, allenatore del Catania

Torre del Grifo (Catania)-  Il derby di Rigoli? No, secondo il tecnico del Catania ed ex dell'Akragas, sarà una partita normale: “Agrigento mi ha dato molto professionalmente e sul piano umano. Ma oggi sono l'allenatore del Catania e lavoro per vincere, così come è giusto che sia”.

Il tecnico rossazzurro parla della forza del gruppo e delle eccellenze in casa agrigentina. Poi puntualizza, a proposito dei dubbi in formazione: “Parisi al posto dello squalificato Djordjevic? Il ragazzo si è allenato in gruppo, vedremo. Bergamelli? Sarà decisivo l'ultimo allenamento (tra qualche ora, ndr) per fare il punto della situazione sul suo stato di forma”. Qualcosa potrebbe cambiare anche in attacco, ma per Rigoli l'importante è risalire sul piano dell'intesa tra reparti: “Dobbiamo velocizzare le nostre giocate e fare in modo di vincere. Dopo Agrigento, penseremo alla partita col Fondi, c'è poco tempo. Festeggiare con un successo i 70 anni di vita rossazzurra sarebbe più che mai un regalo per i tifosi”.

Domani due pagine dedicate alla Lega Pro sull'edizione in edicola

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa