WHATSAPP: 349 88 18 870

Tragedia nel Catanese: fa manovra con l'auto, investe e uccide la figlia di 18 mesi

Mazzarrone, la piccola elude il controllo della mamma e finisce sotto la vettura del padre

Tragedia nel Catanese: fa manovra con l'auto, investe e uccide la figlia di 18 mesi

CATANIA - Un attimo di distrazione, un incidente, una tragedia. Mazzarrone sotto choc per la morte di una bimba di appena 18 mesi, travolta dalla macchina del padre mentre effettua retromarcia, prima di entrare in garage. Un gesto consueto, quotidiano, ma che ieri si è rivelato fatale per la piccola.
Per una giovane coppia di coniugi di nazionalità albanese non c’è più pace perché, dalla tarda sera di mercoledì, non hanno più lacrime da versare, per la tragica morte della loro piccola di appena 18 mesi.
Emanuela Xhafkollari è morta dopo essere stata travolta accidentalmente dalla vettura del padre, Erjon Xhafkollari, 33 anni, alla guida un’Audi A4 con targa albanese, che l’ha letteralmente arrotata mentre effettuava retromarcia. Una tragedia che ha gettato nello sconforto, oltre la famiglia, la comunità di albanesi che lavorano nella città dell’uva. Per la piccola non c’è stato purtroppo nulla da fare: è deceduta sul colpo, a seguito dei traumi provocati dalla ruota posteriore destra, che le ha scacciato il piccolo cranio.

 
La famiglia albanese - secondo una prima ricostruzione effettuata dai carabinieri - era rientrata a casa in auto, come ogni sera. Prima di lasciare la vettura in garage, l’uomo aveva fatto scendere la moglie e le figlie, la maggiore di 4 anni e appunto Emanuela di 18 mesi. La piccola, nel volgere di un attimo, avrà forse eluso la sorveglianza della mamma, sfuggendo al suo controllo. A quel punto si è quindi spostata in direzione del garage esterno, proprio nel momento in cui il padre stava effettuando la manovra. L’impatto è stato devastante. Il padre in preda al panico ha preso in braccio la piccola trasportandola alla guardia medica per tentare di rianimarla, nella speranza che fosse ancora in vita. Ma la bimba era già spirata e ogni tentativo di rianimarla risultava pertanto inutile.
L’uomo ha raccontato che per una tragica fatalità, proprio mercoledì sera, i neon del garage non erano funzionanti e quindi la manovra è stata effettuata al buio. Come atto dovuto, sarà indagato per omicidio colposo. La famiglia, affranta dal dolore, è in comprensibile stato di choc.

 
Le indagini sono state condotte dai militari della stazione di Mazzarrone, retta dal maresciallo Giovanni Mazzola e sono coordinate dalla compagnia di Caltagirone, retta interinalmente dal luogotenente, Tommaso Cilmi. La salma è stata posta sotto sequestro della magistratura calataina, mentre l’ispezione cadaverica sarà effettuata dal medico legale Maria Berlich.
Gianfranco Polizzi

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa