WHATSAPP: 349 88 18 870

Truffa dello specchietto: scoperto, fugge in auto, inseguito e arrestato

Uno dei militari, coraggiosamente, si è aggrappato alla portiera dell’auto costringendolo dopo una ventina di metri ad arrestare la corsa e ad arrendersi.

Truffa dello specchietto: scoperto, fugge in auto, inseguito e arrestato

CATANIA - I Carabinieri della Stazione di Sant’Agata li Battiati (Catania) hanno arrestato, nella flagranza, il 29enne Umberto D’Amico, di Noto (Siracusa), ritenuto responsabile di resistenza a pubblico ufficiale.
E’ accaduto ieri pomeriggio, intorno alle 13:30, in Via Leonardo Da Vinci al confine tra i comuni di Sant’Agata Li Battiati e Tremestieri Etneo. L’uomo, proveniente da Noto ed a bordo di una Fiat Panda, ha preso di mira un utente della strada e, fingendo di avere patito un incidente stradale, con danneggiamento ad uno degli specchietti retrovisori, cercava vibratamente di farsi risarcire il danno sul posto. Per sua estrema sfortuna in zona stava transitando una pattuglia dell’Arma. Questi, appena visti i militari che si stavano avvicinando per chiarire l’accaduto, è salito in macchina ed ha tentato la fuga. Uno dei militari, coraggiosamente, si è aggrappato alla portiera dell’auto costringendolo dopo una ventina di metri ad arrestare la corsa e ad arrendersi. L’arrestato, in attesa della direttissima, è stato trattenuto in camera di sicurezza.
Nel pubblicare la foto dell’arrestato si invitano i cittadini, che lo riconoscano e che siano stati vittima di analogo reato, a presentare denuncia in una qualsiasi Stazione dei Carabinieri.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa