WHATSAPP: 349 88 18 870

Giunta Aci Catena si dimette dopo arresto sindaco

Il 10 ottobre il primo cittadino Ascenzio Maesano e il consigliere comunale Orazio Barbagallo erano stati arrestati per corruzione nell'ambito di un'inchiesta su una presunta tangente da 15mila euro per l’appalto di un servizio al Comune

Giunta Aci Catena si dimette dopo arresto sindaco

ACI CATENA (CATANIA) - L’intera giunta comunale di Aci Catena (Catania) si è dimessa «accelerando così l'insediamento di un commissario straordinario che possa prendere contezza prima possibile delle esigenze amministrative della città, condannando comunque fermamente ogni atto illegale a garanzia della buona politica».

Lo hanno reso noto gli stessi componenti della giunta - assessori Giovanni Grasso, Salvatore Leonardi, Rossella Strano e Giuseppe Murabito - in seguito alla vicenda giudiziaria nella quale sono rimasti coinvolti il sindaco Ascenzio Maesano ed il consigliere comunale Orazio Barbagallo, fermati per corruzione contraria ai doveri d’ufficio dalla Dia il 10 ottobre scorso insieme all’imprenditore Giovanni Cerami nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Catania su una presunta tangente da 15mila euro per l’appalto di un servizio al Comune.


«All’indomani degli incresciosi e gravissimi fatti giudiziari che hanno visto coinvolti il sindaco e un consigliere comunale di Aci Catena - scrivono nella nota gli assessori - questa Giunta, seppur profondamente turbata e attonita per l’accaduto, ha scelto inizialmente di proseguire l’attività amministrativa come atto di responsabilità, in continuità dell’impegno assunto nei confronti della città e dei progetti in corso cercando di dare certezze nell’immediato, consapevole comunque dell’estraneità dei fatti accaduti rispetto all’azione amministrativa portata avanti fino ad allora».
«Dopo aver appreso - scrivono ancora nella nota - delle dimissioni del sindaco e venendo meno i presupposti dell’incarico assessoriale e soprattutto della continuità amministrativa, che ci avevano spinto a lavorare con dedizione per la cittadinanza, consapevoli di ciò che la legge prevede in questi casi, questa Giunta unanimemente decide di rassegnare le proprie dimissioni».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa