WHATSAPP: 349 88 18 870

Viabilità in Sicilia, Anas e Regione verso l'intesa per sbloccare i lavori (e mezzo miliardo)

Si punta sul modello del rilancio del consorzio autostradale veneto

Viabilità in Sicilia, Anas e Regione verso l'intesa per sbloccare i lavori (e mezzo miliardo)

Il percorso è segnato, la linea scelta dall’assessore regionale ai Trasporti, Giovanni Pistorio, è quella di stringere un’alleanza di ferro con l’Anas e di superare, così, tutta una serie di impasse determinate in questi anni anche, non solo ma anche, dalla gestione disastrosa del Cas.

Anche appalti che vanno a rilento, lavori interrotti, proteste di lavoratori non pagati, riparazioni non effettuate in qualche modo sono da ricollegare alla fragilità del Consorzio regionale. Per questo Pistorio spinge sulla soluzione dell’accordo con l’Anas e della nascita della società mista. E domani a Roma potrebbe arrivare la firma ad un preliminare di accordo che prelude alla nascita della società vera e propria.

Si lavora, stando a quanto trapela in queste ore, per mutuare un po’ l’intesa chiusa per il Cav, il consorzio autostradale veneto. Nella legge di stabilità dovrebbe esserci il regolamento normativo, da lì si partirebbe per la definizione di tutto l’accordo. Fondamentale per il futuro. Intanto perché si dovrebbe sbloccare l’accordo di programma quadro dentro cui ci sono 550 milioni da spendere. L’accordo tra Regione e Anas è stato sempre rinviato, perché non si sono messi d’accordo sulla questione della rendicontazione. Adesso, però, alla luce dei rapporti tra l’assessore Pistorio e il presidente dell’Anas, Armani, tutto dovrebbe risolversi in tempi rapidi.

Ma non c’è solo questo. Ci sono, in pratica, tutti gli altri nodi da sciogliere legati alla nuova società di gestione. Per la Ragusa-Catania si attende ancora che le imprese aggiudicatarie completino il progetto per convocare la conferenza dei servizi. Ma la questione della nuova superstrada si lega, per gli interessi del gruppo Bonsignore, anche a futuri progetti sulla terza corsia della tangenziale di Catania e per quella di Palermo. Chiaro che dentro una negoziazione di questa portata la Regione gradirebbe che anche l’Anas avesse parte attiva. E l’azienda di Armani anche per la Ragusa Catania ha fatto capire che, se dovesse servire un sostegno, potrebbe non tirarsi indietro.

C’è aperta la storia dei lotti 6, 7 e 8 della Siracusa-Gela, con le imprese che attendono i soldi per pagare i lavoratori. La Regione anche qui aveva cercato di dare ossigeno alle casse del Cas per anticipare somme che, per la verità, sono a carico del governo nazionale ma tardano ad arrivare. Nove milioni stanziati, però, sono stati pignorati prima di arrivare al Consorzio, da creditori che avevano lavorato per la Messina-Palermo. Non si possono bloccare i lavori della Siracusa-Gela, ha detto l’assessore Pistorio, e anche questo sarà affrontato ad un tavolo romano, con l’Anas, che c’entra relativamente, e con il governo.

In questo quadro, come detto, non ci si può fermare e Pistorio ha portato in Giunta un programma che prevede investimenti per la rete stradale interna, cioè quella gestita un tempo dalla Province. Dal Patto per il Sud, infatti, l’assessore chiede di attingere 136 milioni per le arterie provinciali, con 35 milioni in particolare destinate alla provincia di Catania, 120 milioni che serviranno per interventi sulle strade costiere, la 113 Messina-Palermo-Trapani, la 114 Messina-Catania-Siracusa e la 115 che collega Trapani e Siracusa passando per Agrigento, Gela e Ragusa. E a questa dotazione saranno aggiunti altri 97 milioni che arrivano da altre dotazioni strutturali.

Se si pensa che nei mesi scorsi l’Anas su un pacchetto di 20 miliardi di investimenti, in Sicilia sta investendo il 16%, cioè 3,3 miliardi di euro, di cui 1,52 mld per la manutenzione straordinaria e 1,78 per nuove opere, si capisce perché il preliminare di domani per la Regione siciliana potrebbe essere l’inizio di un nuovo futuro.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

I controlli antiterrorismo a Catania

 
Catania, sventata rapina a Tir, sei arresti

 
Comiso, ecco il piromane del Comune

 

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa