WHATSAPP: 349 88 18 870

Nominato il presidente dell'Irfis: è l'avvocato Alessandro Dagnino

Crocetta: «Contento per la scelta, è un professionista molto noto un nome di garanzia»

Nominato il presidente dell'Irfis: è l'avvocato Alessandro Dagnino

PALERMO - Nel corso del Consiglio di amministrazione dell’Irfis, riunito questo pomeriggio, è stato nominato il nuovo presidente. Lo rende noto il Governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, essendo la Regione socio unico dell’Istituto. Si tratta di Alessandro Dagnino, avvocato cassazionista e docente di diritto tributario presso l’Universita dell’Aquila. Dagnino, già consulente della Regione siciliana durante i governi Cuffaro e Lombardo,  l'avvocato Dagnino, molto conosciuto a Palermo, è un volto noto alla Regione, dove per molti anni è statoo consulente al Bilancio in materia di partecipate. E' stato infatti anche consulente della Fiera del Mediterraneo, del Ciem e del Cerisdi. In campo giudiziario, è stato invece i legali che hanno guidato i ricorsi della Confcommercio contro la Ztl di Orlando e ha alle spalle un lungo curriculum di amministrativista: è inoltre figlio di un noto magistrato della Corte dei conti scomparso nel 2011.

 

Confermati nel cda dell'Irfis la segretaria generale di Palazzo d'Orleans Patrizia Monterosso e l'ex consulente dell'assessore Luca Bianchi Salvatore Parlato, appena nominato assessore al Bilancio dal sindaco di Catania Enzo Bianco.

 

«Sono soddisfatto per la scelta di Dagnino, non ha tessere di partito in nessun partito e ha un ottimo curriculum - dice Crocetta - ho avuto modo di conoscerlo personalmente, è un professionista molto noto e un sicilianista e autonomista convinto, e penso lavorerà bene. E' un nome di garanzia».

 

L'Irfis è uno degli istituti più importanti della della Regione, che grazie a un patrimonio da circa 100 milioni di euro eroga prestiti alle imprese per almeno un miliardo di euro. Dopo le dimissioni del patron della Ksm, Rosario Basile, coinvolto in vicende giudiziarie personali, ci sono state tensioni attorno alla nomina del nuovo presidente, alla quale ha concorso anche il consulente di Crocetta Sami Ben Abdelali, sul cui curriculum si sono state scatenate delel polemiche. Ora la nomina di Dagnino dovrebbe mettere a tacere tutti i malumori.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa