WHATSAPP: 349 88 18 870

Udc, Cuffaro: «E' stato D'Alia a volere Crocetta governatore»

L'ex presidente della Regione interviene sui fermenti del partito ma tende a precisare di non essere alla guida di alcuna corrente

Cuffaro: "Ponte sullo Stretto e Termovalorizzatori erano scelte del mio governo. Abbiamo perso dieci anni"

Totò Cuffaro

PALERMO -  «Mi preme ribadire per l’ennesima volta - non c'è infatti miglior sordo di chi non vuol sentire - che non faccio, né potrei fare politica attiva: sono interdetto dai pubblici uffici ma non dal pensiero e dal ragionamento, dall’osservazione, dall’analisi e dal commento sui fatti della politica. Gianpiero D’Alìa mi cita come alla guida di una corrente e interprete di una linea politica: nulla di più falso, come sanno anche le pietre».

Lo dice l’ex presidente della Regione siciliana, Salvatore Cuffaro. «Su una cosa però sono completamente d’accordo con Gianpiero D’Alìa - aggiunge - quando afferma che con lui l’Udc è al governo nazionale e regionale con il Pd e che è con Crocetta dal 2012, in quanto sostenitore della maggioranza di governo alla Regione. E’ vero, le cose stanno così: è stato proprio D’Alìa a volere Crocetta alla presidenza della Regione e i siciliani non solo lo sanno bene, ma se ne ricorderanno al momento giusto». 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa