WHATSAPP: 349 88 18 870

Paceco, uccide la moglie a coltellate e poi va al bar

Antonio Madone e Anna Manuguerra, entrambi sessantenni, erano separati. L' uomo sospettava che l'ex coniuge avesse un altro uomo

Accoltellato muore, si era spacciato per vittima incidente

TRAPANI - E’ stato catturato e arrestato l'uomo che avrebbe ucciso a coltellate la moglie, Anna Manuguerra, casalinga di 60 anni. Antonio Madone, carpentiere di 60 anni, è stato bloccato dai carabinieri vicino la torre di Nubia, la frazione del comune di Paceo (Tp), dove è avvenuto il delitto. Non si conosce ancora il movente dell’'omicidio.

Madone era separato dalla moglie, con la quale però continuava a condividere l’abitazione che era stata appositamente suddivisa. Il delitto sarebbe avvenuto in mattinata, anche se il corpo è stato scoperto nel pomeriggio. Pare che l’uomo da qualche tempo dicesse in giro di sospettare che l’ex moglie frequentasse un altro uomo. Madone sarebbe andato al bar intorno all’ora di pranzo. Lì è stato visto da alcuni avventori; avrebbe bevuto un caffè e comprato le sigarette.

Al bar avrebbe avuto degli atteggiamenti strani, ma chi lo ha visto non ha fatto caso più di tanto a quei gesti in quanto da tempo Madone avrebbe avuto comportamenti alterati e nervosi. Tre i figli della coppia, una femmina e due maschi: uno di questi fa il carabiniere, e segno del destino si trovava proprio nello stesso bar del padre mentre il genitore sorseggiava il caffè e la madre era riversa in casa, morta in una pozza di sangue. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa