WHATSAPP: 349 88 18 870

Pamela Canzonieri è stata sorpresa in casa e strangolata

La donna di 39 anni originaria di Ragusa, trovata morta giorni fa nel suo appartamento in Brasile, secondo gli esiti dell'autopsia è deceduta per asfissia. La salma in Italia venerdì prossimo

Pamela Canzonieri è stata sorpresa in casa e strangolata

San Paolo - E’ stata strangolata Pamela Canzonieri, la donna di Ragusa, che era stata trovata morta giovedì scorso nella sua abitazione a Morro de Sao Paolo, uno dei paradisi turistici nell’isola di Tinhare, a sud di Salvador de Bahia.
Sono stati i risultati dell’autopsia, comunicati all’Ansa dalla polizia locale, a fornire i primi dati certi dopo giorni di buio sulle cause della morte. Il portavoce della polizia Alberto Maraux ha precisato che il decesso è stato provocato da asfissia e che lo strangolamento è stato compiuto con le mani.


«Sappiamo che è stata sorpresa in casa e che non si sono segni di effrazione», ha detto il commissario Argimária Freitas de Sousa Soares, titolare dell’indagine, ed il portavoce ha aggiunto che la polizia sta seguendo due piste investigative ed ha sentito già alcuni testimoni.


Pamela Canzonieri, 39 anni, amava molto quella zona del Brasile e da cinque anni vi trascorreva i mesi estivi brasiliani. Affittava una casa e si manteneva lavorando in un ristorante. Proprio nella sua casa nel quartiere di Mangaba, dove si trovava da più di un mese, è stata trovata morta dalla polizia che era stata allertata da una telefonata anonima e dalla denuncia di alcuni amici della donna. I lividi sul corpo avevano subito fatto pensare ad un’aggressione, anche se non c'erano state conferme ufficiali.


I familiari di Pamela hanno espletato tutte le pratiche burocratiche attraverso un loro amico sul posto e il rientro della salma, ora che è stato completato l’esame autoptico, dovrebbe avvenire venerdì prossimo. Anche il procuratore di Ragusa Carmelo Petralia ha deciso di aprire un fascicolo contro ignoti anche per consentire agli organi di polizia locali di poter svolgere indagini autonome rispetto a quelle finora fatte dalle autorità di polizia brasiliana.

«Abbiamo lavorato moltissimo con le autorità brasiliane. I vertici della Farnesina hanno parlato continuamente con la famiglia di Ragusa». Lo ha detto il ministro degli Affari esteri e della cooperazione internazionale Paolo Gentiloni, a Palermo, ai cronisti che chiedevano un commento alle dichiarazioni dei familiari di Pamela.


Domani alle ore 20 è in programma a Ragusa una fiaccolata organizzata dagli amici di Pamela che hanno preparato uno striscione che sintetizza la triste vicenda: «Nessuno muore sulla terra finché vive nel cuore di chi resta. Giustizia per Pamela». Dopo le polemiche dei giorni scorsi, la famiglia è tornata a denunciare di essere stata lasciata sola dalle istituzioni. In un post sul gruppo aperto su Facebook "Verità per Pamela", la sorella della giovane ha nuovamente criticato il sindaco di Ragusa Federico Piccitto: «la famiglia Canzonieri autorizza la fiaccolata ma non la presenza del caro signor sindaco», ha scritto. La presa di distanza è motivata dalla "poca vicinanza dell’amministrazione comunale di Ragusa al dolore e allo sconforto della famiglia».  Ieri la salma è stata trasferita a Salvador, capitale dello Stato di Bahia, a mille chilometri da Valencia, la città dove è stata eseguita l’autopsia, in attesa del primo volo utile per l’Italia.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa