WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, la polizia ferma un carico di droga diretto a Picanello: sei arresti, sequestrati 1.000 kg di marijuana

Un camion seguito dalla Calabria sino a Mascali, dove è scattato il blitz dell'Antidroga

Catania, la polizia ferma un carico di droga diretto a Picanello: sei arresti, sequestrati 1.000 kg di marijuana

CATANIA - Un carico di marijuana diretto alla piazza di spaccio del rione Picanello è stato bloccato e sei presunti trafficanti di droga sono stati arrestati in una operazione della polizia di Stato, con il coordinamento della Procura Distrettuale Antimafia di Catania. L'operazione è scattata nell’ambito di attività finalizzate a contrastare il fenomeno del narcotraffico su larga scala avvaite anche per riscontrare le dichiarazioni del collaboratore di giustizia Cristaudo Salvatore, su delega della Direzione Distrettuale Antimafia di Catania. Personale della Squadra Mobile - Sezione “Antidroga” ha all'inizio avviato un’intensa attività di monitoraggio di alcuni soggetti del rione di Picanello, è più precisamente ha seguito passo passo i movimenti di Aneglo Morabito e Giuseppe Portale, entrambi con precedenti penali in materia di stupefacenti: Dai pedinamenti è emerso che i due si erano mossi per acquistare un ingente quantitativo di marijuana da immettere nel mercato locale. 

 

Agli arresti sono finiti: Angelo Morabito (classe 1974) - pregiudicato; Giuseppe Portale (classe 1971) - pregiudicato; Santo Russo (cl.1975), detto “Sucamovvu” - pregiudicato; Antonino Napoli (cl.1966) - pregiudicato; Natale Pulvirenti (c1.1962) - pregiudicato; Girolamo Zappalà (cl.1960), inteso “Gino Tigna” - pregiudicato, ritenuti responsabili, in concorso tra loro, di traffico di sostanza stupefacente.

 

GUARDA LE FOTO DEGLI ARRESTATI

GUARDA IL VIDEO DEGLI ARRESTI

PARLA IL CAPO DELLA MOBILE

 

Sulla scorta dei primi pedinamenti, sono state autorizzate una serie di attività di intercettazioni che insieme con le classiche tecniche investigative (servizi di osservazione, pedinamento, etc), hanno consentito di giungere al sequestro del carico di droga. 

 

L’arrivo del carico, previsto lo scorso 25 novembre, era stato preceduto da uno spostamento di Portale il quale, la mattina del 24, in compagnia di Girolamo Zappalà, a bordo di una autovettura, dopo avere raggiunto la Calabria, si immetteva sull’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria. La mattina dopo la stessa vettura veniva intercettata dagli uomini Sezione “Antidroga”  in fase di rientro mentre procedeva anticipando un camion Nissan Atleon cassonato, dove si pensava ci fosse il carico di "erba". Gli investigatori lo hanno seguito sino a Catania, anzi sino a Mascali dove il camion è stato visto entrare all’interno di un residence, dove Portale aveva la disponibilità di un appartamento.

 

GUARDA IL VIDEO DEL CARICO DI DROGA

 

Quindi è scattato il blitz dell’”Antidroga” che a Mascali ha fermato Portale, Pulvirenti e Zapplaà. Pochi istanti dopo sono arrivati con un furgone (che doveva servire a spostare nuovamente la droga), il Morabito, Russo e Napoli che venivano a loro volta arrestati.

 

All’interno del camion, occultati dentro alcuni mobili, sono stati trovati 33 involucri in cellophane trasparente, del peso lordo cadauno di oltre kg. 33, contenenti  marijuana, per un peso complessivo di 1000 chilogrammi. Il valore all’ingrosso dello stupefacente sequestrato è stimato in oltre 3 milioni di euro. 

 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa