home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Referendum, il "caso matite" anche in Sicilia
Le prefetture: «Sono indelebili solo sulla scheda»

Un tam tam sui social network ha portato alcuni votanti ai seggi con fogli bianchi e gomme da cancellare. Nell'Agrigentino chiesto l'intervento della Digos. Gli uffici elettorali invitano a evitare «inutili allarmismi»

Referendum, il "caso matite" anche in SiciliaLe prefetture: «Sono indelebili solo sulla scheda»

CATANIA - Messaggi che girano su social network che invitano a controllare la funzionalità della matita copiativa hanno portato alcuni votanti a recarsi in alcuni seggi di Catania in possesso di un foglio di carta bianca e una gomma da cancellare. E’ scattato l’allarme validità votazione, che non è sfociato, per il momento, in alcuna denuncia formale. Dalla prefettura sottolineano che la «matita copiativa può essere cancellata da un foglio bianco, ma non dalla scheda elettorale» che se messa alla prova rischia di essere «bucata» e quindi di invalidare il voto e l’elettore è passibile di denuncia da parte del presidente del seggio.

 
La vicenda riguarda anche la provincia di Agrigento. Nella sezione 52 della scuola «Federico II», del Villaggio Mosè una elettrice ha chiesto l’intervento della Digos così come in un seggio a San Biagio Platani.

 
Le matite copiative provengono dal ministero dell’Interno e quest’anno hanno un colore esterno blu, ma scrivono in nero. Dall’ufficio elettorale della prefettura di Catania e da quello di Agrigento invitano a «evitare inutili allarmismi» e ricordano che «chiunque può assistere allo scrutinio subito dopo la chiusura dei seggi».

 

Intanto il Codacons ha reso noto che domani presenterà un esposto al Ministero dell’Interno e alle 19 Procure della Repubblica di tutta la Sicilia. «Stanno arrivando segnalazioni circa la presenza nei seggi di matite non indelebili che verrebbero utilizzate per il voto al referendum costituzionale. Denunce circostanziate che meritano la dovuta attenzione, per capire se la possibilità di cancellazione riguardi solo i tratti lasciati su normali fogli, o se sia possibile cancellare e/o modificare anche i voti sulle schede elettorali».

 

L'associazione di consumatori ha aggiunto che chiederà «alle Procure dell’isola di aprire indagini relative ai seggi sul territorio, per raccogliere le denunce degli elettori e verificare il rispetto delle disposizioni vigenti e la piena regolarità del voto».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa