home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Lega Pro, il Siracusa pareggia in trasferta con la Paganese: e ora il derby col Catania

La squadra di Sottil centra due traverse in avvio, poi va sotto, ma si rialza e trova l'1-1

Lega Pro, il Siracusa pareggia in trasferta con la Paganese: era ora il derby col Catania

Scardina, autore del gol pareggio

Paganese – Siracusa 1-1


Paganese (4-3-2-1): Chiriach; Alcibiade, Camilleri, Silvestri, Della Corte; Cicerelli, Tagliavacche, Maiorano (13' st Iunco), Deli; Herrera (25' st Pestrin), Reginaldo (39' st Caruso). A disp. Marruocco, Mansi, Zerbo, Longo, Parlati, Stoia, Picone, Mauri, Celiento. All. Grassadonia.

 
Siracusa (4-2-3-1) Santurro; Brumat, Turati, Pirrello, Dentice; Baiocco, Spinelli; Valente (29' st Talamo), Cassini (25' st Dezai), Palermo (31' st Catania); Scardina. A disp. Gagliardini, Diakite, De Respinis, Di Dio, Toscano. All. Sottil
Arbitro: Luca Detta di Mantova

 
Reti: Reginaldo al 19' st, Scardina al 37' st.

 
Note: Ammoniti Silvestri, Reginaldo, Spinelli e Brumat. Angoli 5-1. Rec. 2’ e 5’

 

Un pari quale miglior viatico in vista del derby contro il Catania. Serviva una ulteriore iniezione di fiducia dopo le due vittorie consecutive, in sostanza non si doveva perdere a Pagani. E il Siracusa ha anche rischiato di vincere nel primo tempo (due legni colpiti da Spinelli) ma nella ripresa si era quasi materializzata la sconfitta dopo lo svantaggio subìto da Reginaldo e un paio di occasioni sventate da Santurro.

 

Ma questo Siracusa è diverso rispetto a quello di inizio stagione, capace di rialzarsi anche dopo uno schiaffo ed ecco materializzarsi il pari: cross di Dentice (eccezionalmente di sinistro) e piattone vincente di Filippo Scardina con palla tra palo e portiere, per la seconda rete stagionale dell’attaccante romano dopo quella contro il Cosenza.

 

Come dire l’ex Messina si è sbloccato quasi su premonizione di Sottil che dopo la rete al Cosenza aveva augurato all’attaccante azzurro altri gol: «E uno è arrivato ed è stato importantissimo – ha detto il tecnico azzurro – ma la cosa fondamentale era rimettersi in piedi perché non avremmo certo meritato di perdere dopo il bel primo tempo fatto».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa