home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Il risiko degli impianti in attesa di adeguarsi alla linea dell'Antitrust

Il contenzioso sui versanti dell'Etna

La società che gestisce piste e impianti è già al lavoro da qualche settimana e, dopo la prima nevicata, basterà una veloce rassettata al manto per aprire l’Etna agli sciatori. Che, si spera, arrivino numerosi come due anni fa, quando una neve da record fece la fortuna di Piano Provenzana, dopo anni difficili.

Il comprensorio di Etna nord, infatti, dopo l’eruzione del 2002 che ne impose la ricostruzione, non si è mai tirato fuori dalle secche della depressione economica, strettamente connessa ad un numero di visitatori medio di gran lunga inferiore rispetto all’altra stazione turistica etnea, quella del piazzale del Rifugio Sapienza, sul versante meridionale del vulcano.

D’estate, di fatto, non c’è partita. A sud il flusso di turisti è ben alimentato dalla vicinanza a Catania e da un sistema d’accoglienza rodato che può contare su una funivia sempre in funzione, sebbene la polemica sul proibitivo prezzo dei biglietti resta sempre calda. A nord, invece, si sconta una conclamata assenza di servizi e ricettività, oltre all’irrisolta questione dell’affidamento del trasporto dei turisti alle quote sommitali. Linguaglossa ed il vicino Comune di Castiglione si dividono la titolarità dell’unica strada utilizzata dalle jeep turistiche per raggiungere quota 3000. Proprio i due enti, tuttavia, non trorvano l’accordo sul futuro assetto gestionale del percorso, se cioè affidarlo a più soggetti in concorrenza fra loro o puntare su un appalto ad un'unica impresa vincitrice. Il tutto mentre l’Autorità Antitrust, opportunamente, lo scorso febbraio invitata i Comuni «a rivedere le complessive modalità di affidamento e gestione delle vie di accesso all’area sommitale dell’Etna, al fine di introdurre criteri concorrenziali che consentano di superare affidamenti inerziali agli operatori storici», nel caso delle jeep la società Star, gestore anche degli impianti di sciistici di questo versante.

È d’inverno però che le parti, almeno parzialmente, si invertono. Mentre a Piano Provenzana - dove l’innevamento è già in media maggiore - la società Star ha carta bianca, a Etna sud si trascina anch’esso irrisolto il contenzioso fra la società “gemella” della Star, Funivia dell’Etna, e il Comune di Nicolosi. Pomo della discordia sono proprio gli impianti di risalita di questo versante, in parte di proprietà privata, in parte di proprietà comunale ma clamorosamente ricostruiti, dopo le eruzioni del 2001-2002, su terreni privati. I primi, come riferisce il gestore, sono pronti per entrare in funzione e si aspetta solo la nevicata “giusta”. Per i secondi, invece, l’amministrazione del sindaco Nino Borzì si dice pronta ad autorizzare l’ormai consueto affidamento limitato ai prossimi tre mesi proprio a Funivia: «Non possiamo bloccare la stagione turistica», ricorda il primo cittadino. Provvedimento che però, secondo Funivia, equivale ad una pezza messa all’ultimo minuto ed infatti il gestore esclude che un affidamento maturato così in ritardo possa servire ad aprire gli impianti comunali, pare bisognosi anche di manutenzione.

Da parte sua il Comune, tenendo conto che sempre l’Antitrust aveva giudicato l’intero assetto gestionale delle vie d’accesso alle zone sommitali dell’Etna «contrario ai principi posti a tutela della concorrenza», ha puntato tutto sulla risoluzione di una contesa che di fatto, ogni anno, finisce per tenere in ostaggio la stagione invernale di Etna sud. Il sindaco Borzì attende la pronuncia della Corte dei Conti - e certo non occorrono tempi biblici - su un mutuo da 500mila euro che consentirebbe all’ente di procedere all’esproprio dei terreni su cui si trovano seggiova e skilift, mentre all’unanimità il Consiglio nicolosita ha già approvato il riscatto della funivia, la cui concessione scade nel 2022.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa