home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Esami di avvocato a Catania, toilette al buio per non fare copiare

Ma la trovata ha creato non pochi inconvenienti a chi andava in bagno per urgenze fisiologiche e non per cercare il tema

Esami di avvocato a Catania, toilette al buio per non fare copiare

CATANIA - Non l'ingente dispiegamento di forze dell’ordine, non il divieto d’utilizzo degli smartphone e l'annessa novità dei controlli elettronici introdotti quest’anno, e neanche l'inclemenza dei commissari sguinzagliati fra le centinaia di banchi posizionati al PalaCatania. A sventare la possibilità di copiare che forse chissà chi fra il migliaio di aspiranti avvocati aveva ipotizzato per superare in scioltezza - ma al riparo della toilette - la prova scritta per l'iscrizione all’albo degli avvocati della Corte d'appello catanese, infatti, ci ha pensato un semplice interruttore abbassato. Niente luce nei bagni sotto le tribune del palazzetto. «Per non copiare», è stata la risposta data agli increduli esaminandi da qualche controllore, certo ridendo sotto i baffi. Senza contare che erano i cronometri a scandire il ritmo delle file per il wc. Di certo al buio, si saranno detti i commissari della prova di abilitazione alla professione forense, in pochi avrebbero potuto trattenersi in bagno più del dovuto (cioè quanto?), sia che fosse stato per trascrivere qualche appunto, sia fosse stato per incombenze fisiologiche. Qualche coraggioso è andato avanti a tentoni, altri hanno deciso di tenersela fino a sera.

Dal bunker del PalaCatania è tutto, in bocca al lupo.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa