home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Ucciso a Milano il terrorista di Berlino passato dalla Sicilia
"Forse voleva tornare in treno al Sud"

Anis Amri è stato fermato a Sesto San Giovanni e ha sparato a un poliziotto. Gli agenti hanno risposto al fuoco. Identificato grazie alle impronte

Ucciso a Milano il terrorista di Berlino passato dalla Sicilia

L’uomo morto nel conflitto a fuoco con la Polizia durante un normale controllo stradale in piazza Primo Maggio a Sesto S. Giovanni, è Anis Amri, l’attentatore di Berlino.

Fermato per un controllo intorno alle 3, ha estratto una pistola e sparato agli agenti di una Volante. Un agente in prova, con 9 mesi di servizio, lo ha ucciso.

GUARDA LE FOTO

GUARDA IL VIDEO

L’agente è stato ferito alla spalla da un colpo di calibro 22. E’ ricoverato ma non è in pericolo di vita. Si conclude proprio in Italia, dunque, la caccia all’uomo responsabile del terribile attentato del mercatino natalizio di Berlino quando un camion è piombato sulla folla in piazza Breitscheidplatz uccidendo 12 persone e ferendone oltre 40. I suoi documenti sono stati ritrovati nel Tir con cui è stato compiuto l’attentato. E sul camion sono state anche individuate le sue impronte.

Anis Amri è stato fermato per un controllo a Sesto San Giovanni. Dopo aver aperto il fuoco contro gli agenti, è stato ucciso. Amri aveva parlato con i suo parenti due settimane fa. Lo ha detto suofratello, Walid al quotidiano Bild. Tra i due i contatti erano esclusivamente via Facebook da quando nel 2011 l’uomo aveva lasciato la Tunisia per arrivare Italia. In seguito si era spostato in Germania nel 2015 per trovare lavoro. Il fratello Walid ha riferito che l’uomo in questi anni non ha aiutato finanziariamente i suoi parenti in Tunisia. E che la famiglia non ha mai avuto contatti con l’Isis. Secondo suo padre Amri era stato trattenuto in carcere quando era in Italia e che era già finito nei guai per aver incendiato una scuola.

Che si tratta di Anis Amri lo ha confermato il ministro dell’Interno Marco Minniti.

Secondo alcune indiscrezioni sembra che Anis avesse intenzione di tornare in treno, da dove proveniva con un convoglio dalla Francia, verso il Sud dell'Italia e forse addirittura in Sicilia.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO