home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, miscela di aria e gas sventra appartamento in via Sava: tre feriti

E'accaduto intorno alle nove del mattino nel quartiere Cibali. La deflagrazione, quasi certamente innescata da uno degli elettrodomestici della casa collegato alla rete elettrica, ha danneggiato anche alcune abitazioni vicine

Catania, miscela di aria e gas sventra appartamento in via Sava: tre feriti

Catania - Quando si dice la fatalità. In questo caso benevola che ha voluto che già a quell'ora del mattino, erano più o meno le 9, in casa non ci fosse nessuno. Diversamente sarebbe stata quasi certamente una tragedia. Molto simile a quella che qualche giorno fa è accaduta ad Acilia, a Roma, dove per un'esplosione provocata da una fuga di gas, hanno perso la vita una bambina di otto anni e la sua giovane mamma. Per fortuna nell'abitazione di via Cosentino Sava, nel quartiere Cibali a Catania, non ci sono state vittime, ma soltanto tre feriti. Eppure la deflagrazione che si è verificata al secondo piano di una palazzina di tre piani e di recente costruzione, è stata altrettanto violenta. Tanto da squarciare e abbattere pareti, far saltare porte e finestre e danneggiare anche le abitazioni vicine. Secondo la relazione dei vigili del fuoco, l'esplosione sarebbe stata provocata dalla formazione accidentale di una miscela aria-gas che ha saturato l'abitazione e che é stata a sua volta innescata da qualche elettrodomestico della casa collegato alla rete elettrica.

Bisogna quasi gridare al miracolo. Ne saranno sicuramente convinti i proprietari dell'appartamento, in quel momento fuori casa, ma anche i vicini che a quell'ora del mattino hanno avuto la sensazione di essere stati catapultati a Beirut. Un botto violentissimo e quell'appartamento sventrato e visibile al suo interno anche dall'esterno: niente più infissi, niente più finestre, niente più muri, niente più ringhiere dei balconi. Una visione spettrale. In molti nel vicinato, soprattutto chi nel cortile di casa si è ritrovato mattoni e calcinacci e tetti sfondati, sono ancora sotto shock. I feriti sono tre persone che abitano negli appartamenti di una palazzina vicina a quella dell'esplosione. Per due di loro è stato necessario ricorrere alle cure del Pronto Soccorso dell'ospedale Garibaldi.

VIDEO 1

FOTOGALLERY

«Quello che è successo in via Cosentino Sava a Cibali - dice il consigliere della IV Municipalità Erio Buceti - poteva essere una tragedia di immani proporzioni. Solo per pura fortuna detriti, schegge di vetro, porte ed inferriate finite anche a decine di metri di distanza dall’appartamento teatro dell’esplosione non ha provocato grosse conseguenze alle persone». Per Buceti occorrono adesso «controlli dettagliati sulla staticità delle case», un’adeguata «assistenza psicologica agli anziani della zona, ancora sotto choc» e che «le forze dell’ordine scongiurino atti di sciacallaggio visto che, in molte case, i ladri potrebbero entrare attraverso ciò che rimane dei tetti».

Ad essere intervenuti sul posto, stamani, anche personale della Polizia di Stato, dei Vigili Urbani, personale sanitario del Servizio 118 e personale dell'Azienda del gas.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO