home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Strade chiuse e comuni senz'acqua: i giorni difficili della Sicilia "siberiana"

Nonostante le temperature in leggera risalita, molti comuni dell'isola sono ancora innevati con relativi disagi. Alcune scuole rinviano la riapertura dopo le vacanze. Anche la spiaggia nera di Vulcano si è "colorata" di bianco

Strade chiuse e comuni senz'acqua: i giorni difficili della Sicilia "siberiana"

Vulcano con la neve

Anche stamattina neve su gran parte della Sicilia, nonostante le temperature siano in leggera risalita. La nera spiaggia di vulcano stamani si è svegliata coperta da un manto bianco. Le Eolie non sono state infatti risparmiate dall'ondata di gelo e freddo che in questi ultimi tre giorni ha colpito la regione, e così anche le principali isolette dell'arcipelago eoliano si sono ritrovate con le spiagge imbiancate.

A causa de perdurare del freddo rigido, nel resto della Sicilia i sindaci dei comuni di Gangi, Geraci Siculo, Petralia Sottana e Soprana, Blufi, Castellana Sicula, Polizzi Generosa, Caltavuturo, Collesano, Isnello e Caccamo, nel palermitano, hanno emesso ordinanze di chiusura delle scuole per domani e martedì. Stessa scelta per il Comune di Troina, in provincia di Enna.

Disagi e disservizi oggi si sono verificati nella distribuzione idrica a Caltanissetta, nella zona Balate, a Mazzarino, Butera e nella zona balneare di Gela. A causa di un guasto elettrico verificatosi in una zona dove attualmente le squadre tecniche non possono accedere per via del maltempo, il fornitore Siciliacque ha comunicato che non è in grado di fornire la dotazione idrica quotidiana proveniente dal sistema Ancipa.
Per questo motivo Caltaqua - Acque di Caltanissetta SpA, gestore del servizio idrico integrato per il territorio della provincia di Caltanissetta, ha dovuto procedere alla rimodulazione del piano quotidiano della distribuzione in alcune aree. 

 


GUARDA LA FOTOGALLERY VIDEO


 
Cinque persone poi sono state soccorse dai vigili del fuoco questa mattina a Petralia Sottana (Pa). I pompieri sono riusciti a farli uscire dalle auto intrappolate dalla neve. In alcuni centri la situazione è ancora di emergenza. Nelle autostrade si transita, ma alcuni svincoli come quello di Tremonzelli sono chiusi. Difficile il transito nelle strade, statali, provinciali e comunali. E sull'attività dei Vigili del Fuoco, il Comando Nazionale del Corpo comunica che in Sicilia, nelle ultime 48 ore, sono stati effettuati 236 interventi.


E’ stato intanto ripristinato il collegamento della strada statale 120 «dell’Etna e delle Madonie»
con i comuni di Troina e Cerami, in provincia di Enna, che erano rimasti isolati per due giorni. Il comune di Troina è raggiungibile da est (Catania), mentre il comune di Cerami si può raggiungere da ovest. Inoltre, Troina è raggiungibile attraverso la strada statale 575 «di Troina». Le imprese di intervento dell’Anas stanno continuando a lavorare per rendere possibile anche il collegamento diretto tra le due località. 

La stessa statale è chiusa al traffico anche ai km 66-81 da Madonnuzza (Petralia Soprana) a Gangi e ai km 41-42 tra Tremonzelli e Madonnuzza.  Sempre in Sicilia sono chiuse al traffico le strade statali della zona settentrionale: la strada statale 113 dal km 7 al km 13 e dal km 86 al km 87; la strada statale 575 fino al km 14; la strada statale 289 dal km 15 al km 49; la strada statale 124 dal km 105 al km 106; la strada statale 117 dal km 27 al km 42, la strada statale 643 fino al km 22 (tra innesto SS120 e innesto A19 a Scillato), la strada statale 121 dal km 174 al km 186 e la SS285 dal km 14 al km 22 nel tratto tra Caccamo e Roccapalumba (Pa).
 

 


L'ELENCO DELLE SCUOLE CHIUSE


 

E dopo due giorni di isolamento sono ripresi i collegamenti da e per le Eolie. Da Milazzo alle 7 è partito l’aliscafo della Libertylines per Vulcano, Lipari e Rinella. Alle 6 invece è saltata la corsa del veloce mezzo per Stromboli e Panarea. Da Lipari alle 8 e 10 partito aliscafo per Vulcano e Milazzo. Ancora ferme le navi della Siremar, mentre la Ngi la domenica non viaggia. Il mare continua ad essere mosso (forza 5) per il vento che forte soffia da nord. Sempre più critica la situazione nelle isole minori prive di collegamenti continui da diversi giorni.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa