home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Manager della Ortogel perde la vita in incidente lungo la Catania-Gela

Vincenzo Davide Tamburino, 55 anni, era alla guida di una Mercedes station wagon. E' finito sotto la motrice di un tir con un impatto violentissimo che non gli ha lasciato scampo

Manager della Ortogel perde la vita in incidente lungo la Catania-Gela

MINEO (Catania) - Un impatto violentissimo. Un'auto, una Mercedes Station Wagon finisce contro un autoarticolato lungo la Catania-Gela e per Vincenzo Davide Tamburino, 55 anni, stimato amministratore delegato della ditta "Ortogel" non ci sarà nulla da fare. Tamburino stava probabilmente andando proprio al lavoro, ma - le cause sono ancora in corso di accertamento da parte della Polizia stradale di Caltagirone - è finito contro un tir guidato da un cittadino di nazionalità algerina, in quella che più volte è stata definita la strada della morte per in tanti incidenti che si sono verificati, la Ss 417 Catania-Gela. Lo scontro frontale è avvenuto nei pressi dello svincolo per Mineo, lungo la Strada Statale 417 di Caltagirone che al km 30 è stata, questa mattina, provvisoriamente chiusa dall'Anas (la viabilità è stata deviata sulla statale 385).

 

GUARDA LA FOTOGALLERY

 

I vigili del fuoco, intervenuti insieme agli agenti del Comparto della Polizia Stradale e della Polizia di Caltagirone, si sono trovati dinnanzi ad un quadro anche difficile in cui operare: la Mercedes su cui viaggiava Tamburino era totalmente accartocciata e in parte incastrata sotto la motrice dell'autoarticolato; il corpo senza vita dello sfortunato automobilista a sua volta "imprigionato" dalle lamiere contorte dell'auto.

 

Il conducente del tir è rimasto illeso e ancora sotto choc ha cercato di dare il suo contributo alla ricostruzione della dinamica. Non è ancora certo se a provocare l'impatto sia stato l'asfalto reso viscido dalla pioggia, o l'alta velocità o una distrazione da parte di uno dei due guidatori o comunque una serie di concause. Saranno anche i rilievi effettuati dalle autorità a dare un contributo per il chiarimento della dinamica dell'incidente mortale. Tamburino era diretto quasi certamente a Caltagirone, dove ha sede l'azienda che dirige, mentre il mezzo pesante viaggiava in direzione Catania. Pare inoltre che lo scontro sia avvenuto vicino ad un cavalcavia e ma poi il groviglio di mezzi si è "trascinato" per alcune decine di metri (come dimostrano i segni lasciati sulla carreggiata), fin dove poi il camion e l'auto si sono fermati.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 3
  • AntoninoPusater

    17 Gennaio 2017 - 19:07

    Una preghiera e una candela accesa da Toni da Torino per Angela

    Rispondi

  • montalbanosono

    montalbanosono

    25 Gennaio 2017 - 12:12

    ALTA VELOCITA' CAUSA PRINCIPALE DEI GRAVI INCIDENTI, INUTILE DARE LA COLPA ALLE ISTITUZIONI O ALL'ASFALTO RESO VISCIDO DALLA PIOGGIA.... AUTO PROGETTATE PER CIRCUITI AUTOMOBILISTICI, PREMURA DI ARRIVARE AL POSTO DI LAVORO...

    Rispondi

Mostra più commenti

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO