home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

«Vi invito per un buon caffé e un'offerta nella canonica con vista mare»

L'iniziativa del parroco di Santa Maria la Scala per ristrutturare la chiesa

«Vi invito per un buon caffé e un'offerta nella canonica con vista mare»

Mettete una terrazza con vista mozzafiato sulla Timpa di Acireale e il mare del borgo di Santa Maria La Scala, un caldo ed energizzante caffè da sorseggiare, la possibilità di compiere un piccolo, grande gesto per una buona causa. Mescolate tutti questi ingredienti ed avrete “il Buon Caffè”, iniziativa ideata e lanciata dal parroco della frazione acese di Santa Maria la Scala, don Francesco Mazzoli, per raccogliere fondi utili alla ristrutturazione del tetto della chiesa.

«L’idea è nata quasi per scherzo - spiega lo stesso parroco -. Domenica scorsa mi sono incontrato con alcuni turisti in visita a Santa Maria La Scala; sono entrati in chiesa e, con la scusa del caffè, ci siamo messi a dialogare piacevolmente sul terrazzo della canonica. Da qui ho subito pensato: perché non lanciare una proposta a quanti amano questo borgo marinaro e questa chiesa?»

Ecco allora che la proposta viene articolata con don Mazzoli che, con l’aiuto dei social network, decide di far conoscere e far fruire a tutti coloro che sono interessati gli spazi, ampi e confortevoli, della canonica.

Da domenica prossima e per tutte le domeniche successive, dalle 15 alle 17,30, sul terrazzo che si affaccia sul porticciolo della frazione sarà così possibile gustare “il Buon Caffè”. «Troverete inoltre - aggiunge don Mazzoli - spazi per meditare, pregare, leggere, tempo per la Confessione; per i più piccoli c’è inoltre la zona baby-painting. Il terrazzo potrà essere utilizzato anche per organizzare eventi».

Col ricavato delle offerte per “il Buon Caffè” si aiuterà la parrocchia a migliorare la vecchia e malandata chiesetta: «Servono all’incirca 25-30mila euro. Di questi tempi fatichiamo non poco a trovare questi fondi perché la crisi è davvero tanta. Abbiamo però anche tanta speranza e tanta fede in Dio, in Gesù e la Madonna, e quindi crediamo che al più presto riusciremo con l’aiuto di tutti a ristrutturare il tetto, dare sicurezza alla nostra chiesa e maggiori servizi alla gente del luogo ed anche ai turisti e ai villeggianti che verranno. Anche questo è un modo, credo bello, di fare pastorale».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa