home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Catania, non rispetta codice "giallo" all'ospedale Garibaldi e prende a pugni un medico

I tempi di attesa sono sembrati eccessivi ad un 48enne che aveva accompagnato la madre al pronto soccorso. Lo scontro con il dottore e poi le botte. E' stato bloccato e portato in Questura

Catania, non rispetta codice "giallo" all'ospedale Garibaldi e prende a pugni un medico

Ospedale Garibaldi centro

CATANIA - E' accaduto ancora una volta. L'ennesima. Un medico del pronto soccorso dell'ospedale Garibaldi centro di Catania è stato preso a pugni da un utente, un uomo di 48 anni che aveva accompagnato la madre anziana, che stava poco bene e a cui era stato assegnato un codice "giallo" al triage del nosocomio. Non è ancora chiaro quanto i due abbiano dovuto aspettare prima della visita, sta di fatto che l'uomo ha perso la pazienza ed è andato in escandescenza: prima ha contestato i tempi di attesa, subito dopo ha preso a pugni uno dei medici in servizio con cui ha avuto uno scontro proprio su quell'attesa che per lui si sta prolungando troppo. L'uomo è stato bloccato e condotto in Questura da agenti della polizia di Stato.

Lo scorso 1 gennaio un’altra aggressione era avvenuta nel pronto soccorso di un altro ospedale di Catania: il Vittorio Emanuele, dove, secondo l’accusa, fu compiuto un raid punitivo da parte di diverse persone nei confronti di un medico che aveva rifiutato di fornire i dati di una paziente che era stata medicata.

La polizia di Stato di Catania è intervenuta nell’immediatezza dei fatti dopo la segnalazione dell’aggressione nel pronto soccorso dell’ospedale Garibaldi centro di Catania riuscendo a bloccare così l’autore.
Dalla Questura, che ha predisposto il piano, si sottolinea come il dispositivo di sicurezza, a tutela dei presidi di pronto soccorso ospedalieri, ha funzionato perfettamente. La segnalazione telefonica dell’aggressione è stata effettuata dal pronto soccorso su una linea dedicata ed esclusiva e questo ha consentito alla sala operativa del 113 di inviare immediatamente sul posto il personale di una Volante della polizia di Stato che è arrivata in pochi istanti sul posto, ponendo fine all’azione dell’aggressore.  

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO