home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Elezioni, a Palermo corsa a 7 per la poltrona di sindaco

Con la presentazione delle liste negli uffici comunali, prende corpo la campagna elettorale per le amministrative del prossimo 11 giugno. Leoluca Orlando ci riprova. Al momento, ufficiale solo candidatura di Lomonte

Elezioni, a Palermo corsa a 7 per la poltrona di sindaco

Leoluca Orlando, sindaco di Palermo

PALERMO - Con la presentazione delle liste negli uffici comunali è entrata nel vivo la campagna elettorale per le amministrative dell’11 giugno a Palermo. Sono sette gli aspiranti candidati a sindaco, solo uno però lo è in maniera ufficiale perché ieri, primo giorno utile, è stata depositata la lista che lo sostiene: l’architetto indipendente Ciro Lomonte, lanciato dal movimento "Siciliani liberi". Gli altri hanno tempo fino a mezzogiorno di mercoledì prossimo per depositare gli elenchi dei candidati con allegati il programma e almeno la metà degli assessori designati. Una questione non da poco in casa di Leoluca Orlando, l’uscente, sul quale sono in pressing il Pd e "Sinistra comune" che vorrebbero una squadra di assessori politici; il confronto è in corso, il professore potrebbe rompere gli indugi nel giro di 48 al massimo. Dopodomani presenterà le sue liste civiche Fabrizio Ferrandelli, che è sostenuto, oltre che dal movimento dei 'Coraggiosì, da Forza Italia e Cp-Pid, partito dei "cuffariani": lui i nomi dei primi assessori in pectore li ha già fatti.


Per Ugo Forello, scelto con le "comunariè dai 5stelle", i problemi finora sono arrivati dal fuoco amico grillino sulla scia dell’inchiesta firme false della Procura; il candidato sindaco però ha incassato la fiducia di Beppe Grillo che l’ha incitato ad andare avanti. Tra qualche giorno arriverà a Palermo Matteo Salvini che appoggia il candidato Ismaele La Vardera, sostenuto pure da "Fratelli d’Italia" e dalla lista "Centro destra per Palermo". In campo anche Nadia Spallita, attuale vice presidente del consiglio comunale, spesso in polemica con la giunta Orlando: con lei si sono schierati i Verdi. Altro indipendente in corsa è l’avvocato Francesco Messina, appoggiato dalla lista «Centro riformista».


Con la riforma degli enti locali, approvata dall’Assemblea siciliana, i posti nel consiglio comunale sono 40: uno sarà assegnato al candidato sindaco che arriva secondo se otterrà almeno il 20% delle preferenze. I candidati a consiglieri sono circa 800. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa