home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Con 11 mln di euro anche in Sicilia "rivivono" fari e strutture storiche

Affidato il secondo bando Valore Paese del Demanio con cui le società aggiudicatarie potranno, in concessione, gestire strutture che appartengono al Demanio o al Ministero della Difesa

Con 11 mln di euro anche in Sicilia "rivivono" fari e strutture storiche

Faro di Capo Zafferano

ROMA - Piccoli hotel di charme o resort superlusso, musei o aree di didattica scientifica e naturalistica. Per 15 tra fari e strutture storiche sulle coste italiane, comincia una nuova vita con l’affidamento in concessione alle società che si sono aggiudicate per i prossimi anni (fino ad un massimo di 50) il secondo bando Valore Paese del Demanio e che investiranno nel progetto una cifra complessiva di circa 11 milioni di euro. Parte dei beni fanno capo al Demanio, altri al ministero della Difesa.
Lo stato incasserà oltre 420 mila euro di canoni annui per una cifra complessiva di 8 milioni di euro. Un successo, spiega il Demanio, che infatti ha già annunciato per settembre il lancio di un nuovo bando, il terzo.


Ad aggiudicarsi questa volta la concessione delle strutture un mix di piccole e grandi società, italiane ed estere. Tra i progetti più a lungo termine quello per il Faro Spignon a Venezia che per 50 anni e più di 913 mila euro di canone sarà affidato alla società tedesca specializzata Floatel GMbH,(già aggiudicataria di due immobili nella prima edizione del progetto) e trasformato in un’oasi di evasione e meditazione, il faro di Goro (Fe) che per poco meno di 140 mila euro diventerà un hotel ristorante e lo stand Florio di Palermo: 408.417 euro di affitto per farne uno spazio per incontri, mostre, concerti, cucina.
Le altre concessioni vanno da un massimo di 48 ad un minimo di 17 anni: in Salento la Torre Castelluccia Bosco Caggioni a Pulsano diventerà un museo con spazi per la didattica e l'intrattenimento.

In Sicilia il Faro di Capo Zafferano, diventerà una struttura multifunzionale come il Padiglione Punta del Pero a Siracusa e il Faro Formiche (Gr), luogo di accoglienza e ristorazione, con locali dedicati ad attività didattiche scientifico-naturalistiche. Saranno hotel e resort il Convento di S. Domenico Maggiore Monteoliveto, a Taranto, il Faro della Guardia a Ponza, il Faro di Punta Polveraia a Marciana nell’Isola d’Elba, il Faro di Punta Libeccio nell’isola di Marettimo (TP), il Faro di Punta Spadillo a Pantelleria (TP), il Faro di Capo Mulini ad Acireale (CT), il Faro di Capo Milazzo (ME), il Faro di Capo Faro a S.Maria di Salina.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa