home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

BOLOGNA

'Pericoloso' ma non c'è posto in Rems

Liste attesa di mesi nei Rems, misura sicurezza resta ineseguita

'Pericoloso' ma non c'è posto in Rems

BOLOGNA, 15 SET - Con 18 procedimenti penali a carico aperti dal 2014 in avanti e una consulenza psichiatrica disposta dalla Procura di Bologna che lo dichiara seminfermo mentalmente e socialmente pericoloso, rimane libero perché la misura di sicurezza di cinque mesi fa che prevede il contenimento in una Rems resta ineseguita ed è in lista di attesa. E' il caso di un 30enne italiano, ieri processato e condannato ad un anno e sei mesi dal tribunale di Bologna, presidente Stefano Scati, per una rapina di un cellulare. Il Pm Michele Martorelli aveva chiesto una pena superiore, i giudici hanno riconosciuto la seminfermità. Il 30enne, che ha altri processi in calendario, resta così con un obbligo di firma, fino a quando non si libererà un posto in una Rems, residenze nate dopo la legge sulla chiusura degli Opg, e potrà essergli applicata la misura di sicurezza decisa da un giudice, su richiesta della Procura. Tra gli operatori della giustizia c'è preoccupazione e perplessità per un caso che non sarebbe isolato.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO