home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

ROMA

Consulta, no a conflitti su Rosatellum

Dichiarati inammissibili. Singolo senatore "non è potere Stato"

Consulta, no a conflitti su Rosatellum

ROMA, 12 DIC - La Corte Costituzionale ha dichiarato inammissibili i 4 conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato sollevati su Rosatellum e Italicum. Tre sono stati presentati da alcuni soggetti che si sono qualificati allo stesso tempo come elettori, soggetti politici, parlamentari e rappresentanti del gruppo parlamentare di M5S. Ma nessuno - spiega la Corte - individua in modo chiaro e univoco né la qualità in cui i ricorrenti si rivolgono alla Corte né le competenze eventualmente lese né l'atto impugnato. Da qui, l'inammissibilità. Il quarto ricorso è stato proposto congiuntamente dal Codacons, da un cittadino elettore e da un senatore contro il Governo, per aver posto la questione di fiducia, alla Camera, durante l'iter di approvazione del Rosatellum. Anche tale conflitto è stato dichiarato inammissibile. La Corte specifica che un senatore non ha titolo per sollevare conflitto contro il Governo, e nessuno dei ricorrenti è, nel caso di specie, qualificabile quale potere dello Stato

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO