WHATSAPP: 349 88 18 870

BRESCIA

Condanna a Brescia per latte contaminato

Maxi inchiesta della Procura, gli indagati sono più di 130

Condanna a Brescia per latte contaminato

BRESCIA, 30 NOV - Il proprietario di un caseificio di Castenedolo, nel Bresciano, ha patteggiato una pena di un anno e otto mesi per il reato di adulterazione di sostanza alimentare. Nel suo caseificio erano state sequestrate 300 forme di formaggio prodotte con latte contaminato da aflatossine, tossine che derivano dai mangimi. Si tratta della prima condanna nell'ambito di una maxi inchiesta della Procura di Brescia che ha iscritto nel registro degli indagati più di 130 tra allevatori e produttori.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa