home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Ferragosto a Messina, è il giorno della storica Vara al grido di "Viva Maria»

Previsto il solito bagno di folla in città. Partenza alle 18,30 in piazza Castronovo, polemiche sui fuochi d'artificio

Ferragosto a Messina, è il giorno della storica Vara al grido di "Viva Maria»

MESSINA - Tutto pronto per i festeggiamenti in onore della Madonna dell’Assunta, con la tradizionale processione della Vara, la macchina votiva che richiama migliaia di fedeli, cittadini e turisti in città nel giorno di Ferragosto. Dopo l’ultima passeggiata dei Giganti Mata e Grifone, ieri sera alle 22 partiti da piazza Unione Europea e ritornati alle 24 dopo un lungo giro tra il viale Garibaldi, il viale Giostra e il torrente Trapani, oggi tocca al ceppo votivo. Si parte alle 7.30 con il montaggio delle gomene. Alle 9 i tradizionali colpi di cannone presso la stele della Madonna della Lettera e, alle 11, il solenne pontificale presieduto dall’arcivescovo Monsignor Giovanni Accolla. La partenza della processione è prevista alle 18,30 da piazza Castronovo. Lungo il percorso la macchina votiva farà una sosta lungo il viale Boccetta per la preghiera alla patrona della città ed un’altra al Palazzo Arcivescovile, prima della tradizionale “girata”, per l’arrivo a piazza Duomo, dove sarà accolta dall’arcivescovo Accolla. Da ieri sera è attivo anche il tradizionale mercatino di Ferragosto e quindi le relative limitazioni viarie, in vigore fino a stanotte alle 24. Nel viale Giostra, nel tratto compreso tra il viale Regina Elena e la via Garibaldi, sarà vietata la sosta su entrambi i lati della carreggiata centrale, sul lato sud della complanare sud e sul lato nord della complanare nord. Il divieto vigerà anche su entrambi i lati della complanare sud, tra il viale Regina Elena e via Principe Tommaso. Sarà istituito il divieto di transito nella carreggiata centrale, tra viale Regina Elena e via Garibaldi e nel controviale sud, tra viale Regina Elena e via Principe Tommaso.

Mobilitate le associazioni di protezione civile per prestare soccorso. Diverse postazioni sanitarie sono state allestite lungo il percorso presidiate con l’ausilio delle ambulanze messe a disposizione dalla Cri, Misericordie Messina, Nova Militia Christi, Pegaso, Abz Stretto, San Camillo. Presso il Palacultura “Antonello da Messina” verrà predisposto il Posto Medico Avanzato a cura delle Misericordie. Inoltre, saranno presenti squadre di soccorritori appiedati della Consulta di Volontariato di Protezione Civile. E malgrado tutto, le polemiche non sono mancate sui fuochi d’artificio, finanziati da Palazzo Zanca per 10 mila euro attraverso un bando di concorso e non dal gruppo Franza, come da tradizione, che ogni anno ha versato 15 mila euro, su richiesta dell’Amministrazione. «Ne prendiamo atto – ha detto il Gruppo – e siamo comunque a disposizione».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa