home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Messina, lite tra colleghi di lavoro finisce a coltellate

Un 42enne colpito da almeno quattro fendenti. Arrestato dai carabinieri l'autore dell'aggressione: si tratta di un 49enne. La rissa finita nel sangue alla Bernava di Pistunina

Messina, lite tra colleghi di lavoro finisce a coltellate

Litiga con un collega di lavoro e lo accoltella per poi scappare. Ma i carabinieri lo hanno arrestato dopo poche ore con l’accusa di lesioni gravissime.

Tutto è successo stamane intorno alle 10 quando al Pronto Soccorso del Policlinico di Messina è giunto un uomo con profonde ferite di arma da taglio al volto e all’addome. I carabinieri di Messina Sud, immediatamente intervenuti sul posto insieme ai militari del Nucleo Radiomobile di Messina, hanno subito identificato la vittima, un messinese di 42 anni dipendente della ditta “Bernava s.p.a.”. L’uomo, che è stato ricoverato con prognosi di 30 giorni non è però stato in grado di parlare e non ha dunque potuto dare indicazioni utili sul suo aggressore.

Le indagini subito avviate dagli uomini del Nucleo Operativo di Messina Sud e della Stazione di Messina Tremestieri, hanno comunque consentito di ricostruire l’accaduto: il ferimento era avvenuto poco prima all’interno del deposito commerciale di via Consolare Valeria, a Pistunina, dove la vittima presta la propria attività lavorativa in qualità di magazziniere. Lì, ha avuto una furiosa lite con il messinese Paolo Mazza di 49 anni, con a carico alcuni vecchi trascorsi giudiziari, suo collega di lavoro per motivi che sono ancora in corso di accertamento.

Di sicuro c’è che tra i due non corresse buon sangue a causa di antichi dissapori e rapporti conflittuali che da tempo intercorrono tra i due. Nel corso del sopralluogo sono stati rinvenuti l’arma utilizzata e le copiose macchie di sangue lasciate a terra dalla vittima dopo essere stato ferito. Secondo la ricostruzione effettuata dai militari Mazza – al culmine della lite – ha ad un certo punto impugnato un grosso “cutter”, con il quale ha sferrato almeno quattro violenti fendenti al suo contendente, per poi allontanarsi dal magazzino facendo perdere le proprie tracce. L’uomo è stato fermato e bloccato nella zona di Tremestieri ed è stato messo ai domiciliari.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa