home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Botte, minacce e auto dei genitori distrutta a sprangate: arrestato

In manette un 42enne di Acquedolci: i due anziani coniugi stanchi dei soprusi costretti a chiamare i carabinieri

Botte, minacce e auto dei genitori distrutta a sprangate: arrestato

Botte, minacce e persino colpi di spranga sulla loro auto per imperdire la fuga. Protagonista un 42enne di Acquedolci nel Messinese arrestato dai carabinieri per stalking, lesioni personali gravi, minaccia aggravata e danneggiamento aggravato, ai danni degli anziani genitori.

L’uomo era già stato sottoposto alla misura del divieto di avvicinamento ai genitori al luglio del 2017 a causa di precedenti soprusi e violenze attuato nei loro confronti. Provvedimento che però il 42 enne ha regolarmente disatteso continuando a perseguitare i propri genitori, con minacce di morte, vessazioni e molestie, che loro non denunciavano sperando che l’incubo prima o poi finisse.

Ma martedì mattina hanno dovuto chiamare i carabinieri perché il figlio li ha raggiunti nel loro appezzamento di terreno ed ha iniziato a colpirli con calci e pugni. L’uomo dopo avere promesso che li avrebbe ammazzati e che avrebbe dato fuoco alla loro casa, invitandoli a prepararsi la “bara”, con una spranga di ferro, aveva distrutto la loro auto, per impedire loro di scappare. I carabinieri lo hanno bloccato mentre si stava allontanando. Il 42enne, dopo una notte passata agli arresti domiciliari, è comparso davanti al giudice di Patti, che, valutata la pericolosità della sua condotta ha disposto la misura della custodia cautelare in carcere.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO