home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Merì, prima le botte e poi l'incendio al portone di casa della ex: arrestato

I carabinieri hanno arrestato un 36enne che non si era rassegnato alla fine del rapporto con la donna dalla quale aveva anche avuto due figli

Merì, prima le botte e poi l'incendio al portone di casa della ex: arrestato

I carabinieri di Merì, nel Messinese, hanno eseguito un misura cautelare degli arresti in carcere carico di D. A., 36 enne, accusato di incendio, tentato omicidio, maltrattamenti in famiglia e lesioni personali nei confronti della ex compagna. Il provvedimento è stato firmato dal gip del Tribunale di Barcellona Salvatore Puglise su richiesta del sostituto procuratore barcellonese Sarah Caiazzo e del procuratore Emanuele Crescenti.

L’uomo si sarebbe reso responsbaile di diversi episodi di vessazioni consistenti in continue violenze fisiche, molestie e frasi ingiuriose, accompagnate da gravi minacce di morte nei confronti della ex compagna e dei due figli minori della ex coppia.

Addirittura lo scorso 31 marzo l’uomo aveva cosparso di liquido infiammabile la porta d’ingresso della piccola abitazione dove le vittime abitavano. L’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Messina - Gazzi.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO