WHATSAPP: 349 88 18 870

Funivia, Ferragosto con numeri da record

Nelle giornate clou dell'estate si è registrato un movimento quotidiano tra 7mila e 7.700 passeggeri

Funivia, Ferragosto con numeri da record

Taormina - Numeri da record per la funivia nel periodo di ferragosto. In queste giornate, l'amato sistema di trasporto su fune ha fatto registrare un movimento che è andato da un minimo di 7mila ad un massimo di 7mila e 700 passaggi giornalieri. Numeri da capogiro che fanno percepire la gradevolezza di un complesso considerato ormai fondamentale per il sistema di accoglienza targato Taormina.

La funivia di Mazzarò, infatti, collega il centro della cittadina con la fascia jonica. La stagione della zona a mare è ubicata nella frazione di Mazzarò, proprio di fronte all'omonima baia, poco più a nord dell'Isola Bella. L'impianto attuale è del tipo cabinovia monofune con la stazione traente posta a valle. Come è noto l'impianto supera il dislivello di 170,5 metri con uno sviluppo lineare di 725,32 metri e una pendenza massima del 68%. Le cabine sono agganciate stabilmente in due gruppi di 4 ciascuno e viaggiano ad una altezza massima dal suolo di poco più di 30 metri. La quantità di persone trasportate per ogni cabina è di 12 unità e ciò consente una portata oraria di circa 650 passeggeri.

Le corse vengono effettuate, adesso, a ritmo continuo. Una grande mole di lavoro questa affrontata dall'impianto, inimmaginabile fino a poco tempo fa, considerato che, a settembre dello scorso anno, l'impianto venne rovinato da un violento nubifragio che ha determinato uno stop. Il grande lavorio della funivia fa percepire come il futuro della circolazione di residenti e turisti nel comprensorio va pensato dimenticando il "trasporto su gomma". Da tempo si parla di potenziare la funivia, anche se negli anni passati venne perso un finanziamento importante. Tali sistemi di trasporto vengono considerati poco invasivi del territorio ed altamente remunerativi.

Il biglietto di tre euro contribuisce a rimpinguare le casse dell’Azienda servizi municipalizzati che ha un attivo di cassa pari a circa un milione di euro. E in attesa di realizzare gli ascensori al parcheggio Lumbi, il commissario della municipalizzata, Agostino Pappalardo, ha deciso di acquistare per 228mila e 200 euro un bus che sarà impiegato per il servizio navetta tra l'autosilos e la zona di Porta Messina. Intanto, si attende l'esito della battaglia comprensoriale che vede in prima linea il sindaco di Castelmola, Orlando Russo, che, grazie alla collaborazione dell'Università di Catania che ha redatto il progetto, tenterà di farsi finanziarie, attraverso l'Unione dei Comuni, le funivie di collegamento di tutta la zona turistica.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa