WHATSAPP: 349 88 18 870

Taormina: PalaCongressi da mettere a norma

In attesa dell'ufficializzazione del G7 nella "Perla dello Jonio" resta da dirimere la questione agibilità della struttura

Taormina: PalaCongressi da mettere a norma

Taormina. In attesa che venga data o meno l'ufficializzazione del G7 a Taormina, resta da dirimere la questione relativa all'agibilità definitiva del Palazzo dei Congressi. «I tempi sono strettissimi - ha affermato l'assessore al Turismo, Salvo Cilona - nelle prossime settimane potrebbero scattare gli interventi di adeguamento del Palacongressi, come programmato in vista del momento internazionale che dovrebbe vedere Taormina protagonista».

Si parla di un impegno da 2 milioni di euro che coincide con la programmazione finora supposta e mai attuata da parte della Casa municipale durante gli anni di duro confronto politico che, comunque, non ha portato ancora a nulla visto che la struttura congressuale vive di permessi provvisori. «Nei prossimi mesi - spiega Cilona - sono necessari alcuni interventi importanti come il trasferimento del serbatoio attualmente ubicato nel sotterraneo del Palacongressi e bisognerà posizionarlo in un'area più idonea per avere le necessarie autorizzazioni dei vigili del fuoco».

Proprio quest'ultimi avevano effettuato anni fa una scaletta di interventi da rispettare per arrivare all'agibilità definitiva, cosa che non è stata messa in atto. Il piano prevedeva fondi comunali per 250mila euro all'anno per arrivare all'agognata perfezione formale dell'impianto. «Va sistemato - dice Cilona - anche l'impianto elettrico e la climatizzazione dello stabile. Tutta l’impiantistica, inoltre, dovrà essere interessata da interventi strutturali». Ancora non è stato concluso, per esempio, anche l'intervento sull'impianto antincendio che ha avviato un lungo iter per trovarsi in linea con le normative vigenti. Sul Palacongressi hanno, comunque, dato per altro disponibilità a impegnarsi gli albergatori, come evidenziato di recente dal presidente dell’Associazione Albergatori, Italo Mennella.

Ma il palazzo interessa anche ai commercianti che tempo addietro hanno lanciato, tramite il presidente di "Imprenditori per Taormina", Franco Parisi, la proposta di una cordata gestionale per avere in affidamento il complesso ubicato nel cuore di Taormina. Qualora tutto fosse confermato, il Governo nazionale potrebbe mettere già nel giro di qualche settimana a disposizione le somme che occorreranno per avviare immediatamente i lavori di messa a norma, che dovrebbero ammontare ad almeno 2 milioni di euro.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa