WHATSAPP: 349 88 18 870

Giardini Naxos: quartiere Pallio trasformato in... piscina

Con l'arrivo delle prime piogge il rione diventa impraticabile: servirebbe realizzare un collettore

Giardini Naxos: quartiere Pallio trasformato in... piscina

Giardini. Con l’arrivo delle prime piogge, si ripresentano puntuali gli inconvenienti legati allo stato di alcune zone della cittadina soggette ad allagamenti. Le precipitazioni atmosferiche abbattutesi negli ultimi giorni hanno provocato i soliti problemi nel quartiere Pallio, particolarmente sensibile a questo tipo di fenomeno. In particolar modo, nella giornata di mercoledì, la principale via Consolare Valeria si è trasformata in un’autentica piscina e il livello dell’acqua depositato sull’asfalto si è notevolmente innalzato provocando disagi non solo al traffico viario ma anche a quello pedonale, dato che il transito dei mezzi lungo la strada causa lo spostamento dell’acqua ristagnata sulla sede stradale a danno dei pedoni e dei passanti.

Una condizione con cui gli abitanti del rione sono ormai abituati a convivere considerato che ad ogni acquazzone di media entità, sia estivo che invernale, la strada si allaga. Un problema di vecchia data che sembrerebbe essere collegato principalmente alle saie di irrigazione che si trovano nella zona e che confluiscono dalla vicina frazione taorminese di Trappitello, che in caso di pioggia aumentano la portata dell’acqua provocando la fuoriuscita della stessa sulla strada. Negli anni scorsi si era cercato un punto di incontro con i proprietari delle saie in questione, organizzando delle riunioni congiunte ma a quanto pare non si è arrivati ad alcuna soluzione.

A prescindere dalle saie di irrigazione, resta prioritario il fatto che bisognerebbe comunque pensare anche alla realizzazione di un collettore per le acque bianche che potrebbe risolvere la situazione di emergenza ma che fino ad oggi non è stato possibile attuare per mancanza di risorse economiche essendo necessario oltre un milione di euro. In questo senso è già stato presentato un apposito progetto alla Protezione civile senza però ottenere alcuna risposta in merito.

Intanto, in vista di ulteriori precipitazioni e dell’arrivo di eventuali allerte meteo, si sta provvedendo sommariamente alla messa in sicurezza del territorio comunale con la pulizia dei tombini di deflusso dell’acqua piovana e i lavori di manutenzione ordinaria dei più importanti torrenti, il San Giovanni e il Santa Venera.

Proprio nella giornata odierna ricorre il primo anniversario dell’alluvione nel quartiere San Giovanni dove si è abbattuta un’imprevista bomba d’acqua che ha invaso le strade con fango e detriti, provocando seri danni ad abitazioni e cose. Scene che nessuno vorrebbe più rivivere.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa