home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Stretto di Messina, porta containers si incaglia, poi i rimorchiatori lo "liberano"

Si è anche temuto un disastro ambientale ma per fortuna la struttura del Gustav Maersk di 366 metri e 98 mila tonnellate di stazza ha retto. L'intervento della Capitaneria di Messina e di tre rimorchiatori

Stretto di Messina, porta containers si incaglia, poi i rimorchiatori lo "liberano"

Nella notte la nave mercantile Gustav Maersk in navigazione da Rijeka e diretta a Gioia Tauro, durante le manovre per lo sbarco del pilota a seguito del transito nello Stretto di Messina da sud a nord, per cause in corso di accertamento, non è riuscita a riprendere la rotta, si è incagliata a Torre Cavallo nel Reggino.

Il Centro VTS di Messina, nel corso della propria attività di monitoraggio e gestione del traffico marittimo, aveva constatato il pericoloso avvicinamento della nave alla costa e immediatamente ha contattato il comandante che però non è riuscito a rimettere sulla corretta rotta la nave.

GUARDA IL VIDEO

Immediatamente la Sala Operativa della Capitaneria di porto di Messina - Autorità Marittima dello Stretto ha coordinato le operazioni inviando nella zona due rimorchiatori portuali di stanza nel porto di Messina, il Grifone e il Macistone e uno dal porto di Milazzo, il Citta’ di Milazzo, nonché una motovedetta. E’ stato anche richiesto l’ausilio della Capitaneria di porto di Reggio Calabria che ha inviato sul posto un’altra motovedetta.

E’ stato anche chiesto l’intervento dell’unità antinquinamento d’altura del gruppo Castalia Ievoli Red per effettuare un sopralluogo per valutare possibili rischi per l’ambiente marino e costiero.

Nel contempo a bordo giungevano i piloti della corporazione Piloti dello Stretto che tenevano costantemente informata la Sala operativa di Messina.

Il personale di bordo ha anche effettuato verifiche in prossimità della parte incagliata dello scafo per accertare che l’impatto non avesse provocato lacerazioni e vie d’acqua sotto la linea di galleggiamento che per fortuna hanno dato esito negativo. Alle ore 07.30 circa, dopo aver assicurato la nave a due rimorchiatori nella parte poppiera e con l’ausilio anche dell’apparato motore della nave, si è riusciti a disincagliare il mercantile.

Dopo aver verificato l’assoluta assenza di inquinamento marino, la nave è stata scortata in sicurezza fino a Gioia Tauro dove sarà avviata l’inchiesta amministrativa ai fini dell’accertamento delle cause del sinistro e le ulteriori verifiche da parte dell’ente tecnico atte a constatare le condizioni di sicurezza. La Gustav Maersk è una nave mercantile porta container della compagnia Maersk, bandiera danese, lunga 366 metri, con un pescaggio di 11 metri e un dislocamento di circa 98000 tonnellate.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa