home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Messina, Mantineo (che resta in cella) si difende: "Non ho cercato di dare fuoco a Ylenia"

Il ragazzo arrestato per tentato omicidio ha respinto le accuse che gli vengono mosse: "Ero a casa, voglio bene alla ragazza e non le farei mai del male". Il gip ha convalidato il fermo e disposto la custodia cautelare in carcere

Messina, Mantineo si difende: "Non ho cercato di dare fuoco a Ylenia"

Respinge le accuse Alessio Mantineo, il giovane di 25 anni, fermato perché accusato di avere tentato di uccidere la sua ex ragazza, Ylenia Grazia Bonavera di 22 anni gettadole addosso delle benzina appiccando poi il fuoco.

«Il mio cliente – ha spiegato l’avvocato Salvatore Silvestro che assiste l’indagato - ha detto di non essere stato lui a dare fuoco alla ragazza: dormiva e non si è recato a casa della giovane». Il legale lo ha riferito subito dopo l’udienza di convalida del fermo che si è svolta davanti al Gip del Tribunale di Messina. «Il mio assistito - ricostruisce l’avvocato Silvestro - ha riferito di volere bene alla ragazza e che mai avrebbe fatto un gesto del genere contro la giovane».

Anche la ragazza ha negato che sia stato il suo ex a darle fuoco. La Procura ha però depositato nuovi atti ribadendo l'accusa contesta al 25enne di tentativo di omicidio pluriaggravato. 

Il gip al termine di una breve camera di consiglio ha convalidato il fermo e ha disposto la custodia cautelare in carcere. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa