home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

LegaPro, punto prezioso per il Messina nella tana della Casertana

Nel finale in dieci (espulsione di Musacci) i peloritani reggono bene e spezzano l'incantesimo trasferta dopo oltre tre mesi

LegaPro, punto prezioso per il Messina nella tana della Casertana

Caserta - Il Messina si risveglia dal torpore formato trasferta. Buon punto nella tana della Casertana che dà respiro alla classifica giallorossa. Partita che i peloritani gestiscono bene, soffrendo poco in fase difensiva.

Nei primi minuti sono proprio i peloritani a rendersi pericolosi. Prima con Milinkovic che viene fermato. Poi con lo stesso fantasista anticipato sul più bello. Ma la prima vera occasione del match è di marca campana. Al 16' tiro di Rajcic, ma Berardi si distende respingendo il pallone. Il Messina non si lascia intimorire e poco dopo va a un soffio dal vantaggio. Milinkovic serve in area Da Silva che da due passi non inquadra la porta. Nella seconda frazione si fa subito viva la Casertana. Tiro a giro di Corado dal limite dell'area che viene bloccato da Berardi. Risponde il Messina con un tiro dalla distanza di Anastasi che però termina in Curva.

Lucarelli vuole provare a vincere la partita, gettando nella mischia Madonia al posto di Sanseverino. E' proprio l'attaccante palermitano che prova a sbloccare il risultato: bordata dalla lunga distanza che termina fuori di una spanna. Al 78' il Messina rischia di mettersi nei guai. Doppio giallo per Musacci che atterra Cisotti su un contropiede. Da qui in poi il Messina gestisce bene la partita che viene messa in ghiaccio dopo l'espulsione del campano Lorenzin. Il Messina ritrova un punto in trasferta che mancava dal lontano 20 novembre.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa