home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Taormina, si dimette vicesindaco: «Ma non per polemiche su mostra»

Mario D'Agostino lascia la carica per dedicare più tempo alla famiglia e per le difficoltà riscontrate nelle incidere sulle decisioni politiche

Taormina, si dimette vicesindaco: «Ma non per polemiche su mostra»

TAORMINA - A Taormina, città che ha da poco ospitato il G7, il vicesindaco Mario D’Agostino si è dimesso dalla sua carica.  «Questa esperienza politica è giunta al capolinea - si legge nella nota di D’Agostino, inviata al sindaco Eligio Giardina - Tale scelta, che non ha nulla a che fare con le polemiche di questi giorni, ma è piuttosto il frutto di una riflessione da più tempo ponderata, ha, inevitabilmente, una componente personale e una politica: la prima legata al voler ristabilire le priorità della mia vita, non volendo in questo periodo sottrarre uno spazio sproporzionato alla mia famiglia; la seconda riguarda l’agibilità politica davvero ridotta al minimo. E' veramente difficile poter incidere come si vorrebbe».

 

D'Agostino è comunque voluto tornare sulla querelle burocratica che ha portato alla chiusura anticipata della mostra con le opere di Antonello da Messina a Palazzo Corvaja spiegando che «non c'è alcun protocollo d’intesa tra il Comune e la Regione Siciliana per le opere d’arte ospitate a Palazzo Corvaja, quanto piuttosto quello tra la Regione e l’associazione BeniCulturali srl».

 

«L'amministrazione - ha spiegato D'Agostino - ha dato l'assenso per l’allestimento della mostra per creare una prestigiosa vetrina culturale durante il summit. Ne consegue che, con l’installazione a Palazzo Corvaja, a partire dall’8 giugno, di una diversa mostra, la 'Van Gogh multimedia esperiencè della Bicubò, come si evince dalla delibera n.41 del 18 novembre del 2016, le opere attualmente esposte non potranno rimanere, a meno di un nuovo protocollo d’intesa con il soggetto subentrante, che ha dato l’assenso ad ospitarle, ma per le quali in atto non vi è alcun accordo tra le parti».

 

«L'eccezionalità della mostra a Palazzo Corvaja - conclude il vicesindaco di Taormina - per la quale ringraziamo l’assessore regionale ai Beni culturali, ha determinato uno straordinario risultato in termini di presenze e visibilità mediatica, potenziale premessa per ospitare altre opere così prestigiose».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa