home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Sulla passerella di Dolce&Gabbana la donna è una regina di cuori

Alla Milan Faschion Week abiti con carte, cavoli e piselli e più che per moda «per sentirsi belle»

Sulla passerella di Dolce&Gabbana la donna è una regina di cuori

MILANO - Nella domenica di sfilate milanesi, dedicate alle collezioni donna primavera/estate 2018, Dolce&Gabbana porta in scena la sua Regina di Cuori. Il mercato del Capo di Palermo si trasforma nel Paese delle Meraviglie. Ed ecco che arance, limoni e melanzane colorano abiti in luminosa maglia crystal mesh, cavoli, piselli, cassate, cannoli si manifestano su quelli dai volumi ampi o dalla silhouette asciutta, mentre i pasticcini più buoni del mondo decorano il cerchietto.

La Regina del D&G Wonderland non è una furia cieca e senza ragione come quella immaginata da Carrol, ma una paladina dell’Amore, perché “L’Amore è Bellezza”. She’s like a Rainbow. Indossa i colorati nastri del Ballo della Cordella, omaggio augurale ai giovani sposi affinché la loro unione sia feconda di prole, benessere e gioia, nel meraviglioso abito lungo in chiffon multicolor con bustino di nastri. 

Appare sulle carte da gioco dei completi scintillanti ricamati con paillettes e nelle applicazioni patchwork mentre la primavera sboccia su etereo chiffon, le maioliche appaiono sulla seta e le piume colorate dell’ornamento del cavallo del carretto siciliano diventano un soprabito.  Ed estrae dal mazzo un messaggio d’amore per tutte le donne che, «più che seguire la moda, amano semplicemente - spiega Stefano Gabbana - vedersi belle».

La parata finale in nero riprende l’apertura. Sensuali regine incoronate avanzano fasciate da abiti bustier in pizzo, culotte, body e brassière dal gusto elegantemente rétro.

PICCIONE.PICCIONE, il marchio del giovane designer siciliano Salvatore Piccione, che considera la sua identità la sua vera forza, esplora i contorni geografici e culturali in un viaggio nelle esotiche terre del Brasile alla scoperta di una El Dorado dal fascino contemporaneo. Si parte da un bianco virginale per passare alle stampe grafiche e coloratissime popolate dalla flora e dalla fauna della selvaggia Foresta Amazzonica. Ed ecco apparire finalmente El Dorado, la mitica città d'oro che nell'immaginario dello stilista sembra uscita da un disegno dell'architetto e paesaggista brasiliano Roberto Burle Marx tra i giochi di luce e contrasti dei ricami imperlati da rugiada di cristallo, paillettes argentate e fili lurex su chiffon, georgette di seta, tulle, organza e taffetà.

 

 

 

Quell'eleganza che è stile di vita vige nella bella collezione co-ed Trussardi disegnata dalla talentuosa Gaia Trussardi. "Il desiderio di avventura, quella necessità di scoprire, capire, conoscere che è la scintilla dell'intelligenza, della creatività di Milano". La Maison riparte dallo spirito innovatore che da sempre caratterizza il marchio e la famiglia che lo ha creato. Le tute da aviatore per lei&lui sono le silhouette cardine per creazioni che si ispirano allo spirito libero di donne viaggiatrici come Amelia Earhart tra pannelli di pelle ritagliata e applicata e i disegni astratti di carlinghe d’aerei.

 

 

 

Ci riporta al Grand Tour, infine, Laura Biagiotti. Il viaggio in Italia, magistralmente raccontato da Goethe e non solo, vive attraverso le stampe di Carlo Labruzzi, grande vedutista romano settecentesco. Su tuniche di lino, abiti romantici in chiffon a balze, completi strutturati, trench voluminosi compare la Città Eterna. Roma forever. Chiude la sfilata un commovente omaggio alla “Signora del Cachemire” recentemente scomparsa.

venisafichera@gmail.com

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO