home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

ISTANBUL

Siria: Erdogan respinge le accuse

Non colpiti civili, se l'avessimo fatto Afrin sarebbe già caduta

Siria: Erdogan respinge le accuse

ISTANBUL, 13 MAR - "Se avessimo preso di mira i civili, Afrin sarebbe già caduta". Così il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, replicando alle accuse rivolte ad Ankara di aver provocato la morte di numerosi civili nell'offensiva contro l'enclave curdo-siriana di Afrin, giunta alla fase cruciale dell'assedio al centro urbano, dopo oltre 50 giorni di conflitto. Ribadendo la volontà di eliminare "tutti i gruppi terroristici assassini" non solo da Afrin ma anche da Manbij e dal resto del nord della Siria, Erdogan ha aggiornato a 3.400 il bilancio dei nemici "neutralizzati" (cioè uccisi, feriti o catturati) ad Afrin secondo Ankara. Le cifre non sono verificabili in modo indipendente sul terreno.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO