home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Cani affidati ad associazione ragusana senza requisiti: indagati dirigenti Comune Palermo

La Procura di Palermo ha aperto un'inchiesta dopo lo svuotamento del canile municipale di via Tiro a Segno. Gli animali, 32, erano stati stati trasferiti all'Aviac di Ragusa che non avrebbe i titoli necessari

Cani affidati ad associazione ragusana senza requisiti: indagati dirigenti Comune Palermo

PALERMO - Il gip Nicola Aiello ha disposto il sequestro di 32 cani che il Comune di Palermo aveva affidato all’associazione Aivac di Ragusa. I forestali hanno già notificato il provvedimento. L’associazione non avrebbe i titoli per l’affidamento degli animali, che era stato al centro di una lunga battaglia tra l’amministrazione comunale e le associazioni animaliste. 

Nell'inchiesta aperta dalla Procura, risultano indagati per abuso d’ufficio il dirigente del comune di Palermo Gabriele Marchese, responsabile del settore sanità e diritti degli animali e Claudio Tedesco responsabile del canile municipale di via Tiro a Segno. Indagato per lo stesso reato anche Antonio Capizzi e Chiara Notaristefano, rispettivamente presidente e amministratore di fatto dell’associazione di volontariato Aivac.

«I cani adottati sono 17 - aveva precisato ieri Gabriele Marchese dirigente del settore -. L’Aivac ha rinunciato al contributo. Aspetto di ricevere i provvedimenti ufficialmente, poi agirò come previsto dalla legge qualora emergessero notizie false».

Il contributo per ciascun esemplare sarebbe stato di 480 euro.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa