home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Ars, blitz per “provare” a reintrodurre il voto per le ex Province

Il disegno di legge era all'ordine del giorno da diverso tempo. Panepinto (Pd): «Sarebbe incostituzionale perché contrario alla legge Delrio»

L’Assemblea siciliana ha provato il blitz nell’ultimo giorno prima della pausa estiva: dopo aver votato le norme della cosiddetta finanziaria bis, a sorpresa i deputati hanno chiesto alla presidenza dell’Ars di mettere ai voti il disegno di legge, iscritto all’ordine del giorno da tempo, che reintroduce il voto diretto nelle ex Province e che era stato abrogato con la riforma che ha introdotto i Liberi consorzi e le città metropolitane i cui amministratori devono essere scelti con il voto di secondo livello.

Intervenendo in aula, il deputato del Pd Giovanni Panepinto ha sostenuto che se la norma passasse sarebbe impugnata perché in contrasto con la Delrio. La norma al momento prevede il voto diretto per i presidenti dei Liberi consorzi e per i sindaci metropolitani.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa