home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Al via procedure di licenziamento per 23 "furbetti" Comune Termini Imerese

Sono accusati di avere timbrato il cartellino senza essere in ufficio

Al via procedure di licenziamento per 23 "furbetti" Comune Termini Imerese

PALERMO - Saranno avviate le procedure di licenziamento per i 23 dipendenti del comune di Termini Imerese (Palermo) accusati di avere timbrato il cartellino senza essere in ufficio. Lo ha annunciato il sindaco Francesco Giunta che attende la notifica dei provvedimenti: per 15 dei 23 indagati per truffa il gip ha disposto anche l’obbligo di firma.


«Saremo inflessibili. Procederemo - ha detto Giunta - all’applicazione di ogni opportuna sanzione, previa apertura di appositi procedimenti disciplinari che in questi casi, accertate le responsabilità, possono portare al licenziamento in tronco».
L’indagine è lo sviluppo di un’altra inchiesta sull'ex dirigente del servizio informatico del Comune, Carlo Ventimiglia, il quale avrebbe manomesso i dati sugli orari di timbratura rilevati dal sistema. Seguendo i suoi movimenti, la guardia di finanza ha scoperto che non era un caso isolato: alcuni impiegati timbravano e si allontanavano oppure scambiavano i badge con altri colleghi. Ventimiglia è stato licenziato a maggio al culmine di un procedimento disciplinare promosso dal commissario del tempo, Girolamo Di Fazio. 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO