home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Palermo, protesta dei dipendenti dell’Ati Group

Palermo, protesta dei dipendenti dell’Ati Group

PALERMO - Protesteranno giovedì a Palermo i lavoratori dell’Ati Group, l’azienda di Bagheria definitivamente confiscata all’imprenditore Michele Aiello. I 110 lavoratori non percepiscono la cassa integrazione in deroga da aprile e la parte di loro che ha potuto lavorare non ha ricevuto le retribuzioni degli ultimi mesi. In via Trinacria, sede dell’assessorato al Lavoro, si terrà a partire dalle 9 un sit-in per sollecitare la firma dell’accordo sulla cassa integrazione in deroga. «A pagare a causa delle inerzie degli uffici provinciali del lavoro sono migliaia di lavoratori, tra questi ci sono anche quelli di Ati Group - dice il segretario della Fillea Cgil Palermo Francesco Piastra - Il direttore provinciale Gianni Vindigni ha riferito alle organizzazioni sindacali di non essere nel condizioni di procedere alla stipula dell’accordo perché attende la delega sugli ammortizzatori sociali in deroga da parte del nuovo direttore generale, che ha sostituito la dottoressa Corsello». I lavoratori di Ati Group, intanto, hanno manifestato con un atto formale all’Agenzia per i beni confiscati la loro disponibilità a formare una cooperativa che riceva in affitto il ramo d’azienda del settore dell’edilizia.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa