home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

"Condoglianze eliminate per errore": le scuse di Fb alla famiglia Riina

I messaggi postati sono stati ripubblicati. Un portavoce dell'importante social network ha spiegato il motivo per cui erano stati cancellati. E sui social il genero del boss ringrazia la Polizia per il servizio d'ordine prestato

"Condoglianze eliminate per errore": le scuse di Fb alla famiglia Riina

Roma - Facebook ha chiesto scusa alla famiglia del «capo dei capi» Totò Riina per aver rimosso messaggi di condoglianze postate sul social dopo la morte del mafioso. Una portavoce di Facebook ha spiegato all’Associated Press che «i post erano stati eliminati per errore» e adesso sono stati ripubblicati.

I post di condoglianze alla famiglia Riina sono stati rimossi «dopo che alcuni utenti si erano lamentati perchè contrari alle regole di Facebook» ha spiegato la portavoce, aggiungendo che «si è trattato di un errore» ma non spiegando perchè sono stati poi rimessi online.

Secondo le linee guide della piattaforma creata da Mark Zuckerberg è vietato postare contenuti che sostengono gruppi criminali, terroristi o coinvolti nel crimine organizzato. Così come i loro leader.

Dopo la morte del boss mafioso i profili della figlia, Maria Concetta Riina e di suo zio, Antonino Tony Ciavarello, erano stati sommersi da messaggi di condoglianze sul genere "Buon viaggio zio Totò", ma anche di attacchi per i crimini commessi. 

Il genero del boss invece, Tony Ciavarello, marito della figlia di Riina, sempre su Facebook ha ringraziato la Polizia: «Un grazie di cuore alla Polizia per il servizio d’ordine, Grazie!». «Come al solito - commenta il genero di Riina - siamo stati assaltati dai
"cronisti" all’uscita del cimitero...».

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO