home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Palermo: aggressione all'ospedale dei bambini, allarme degli infermieri

Il Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche: «Così non si può più andare avanti, serve un posto di polizia fisso»

Palermo: aggressione all'ospedale dei bambini, allarme degli infermieri

PALERMO - Ieri intorno alle 19 un uomo ha colpito con un pugno la vetrata scorrevole del triage del pronto soccorso dell’ospedale dei Bambini di Palermo, rompendola. Il telaio è finito con tutto il vetro sulla scrivania dove c'era un’infermiera e un piccolo paziente. Lo denuncia il Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche: «Così non si può più andare avanti, - dicono - serve un posto di polizia fisso, ora con l’inverno il flusso di utenti si moltiplicherà e aumenterà il rischio di aggressioni di ogni tipo».

In una nota il segretario aziendale Nursind del Civico, Vincenzo Augello e il segretario territoriale, Aurelio Guerriero, spiegano che «la collega è rimasta terrorizzata, non vuole andare più a fare il triage. È una trincea, siamo sottoposti continuamente alle più assurde richieste, dalla semplice richiesta di informazione a gente che bussa, che entra ed esce dal nostro settore. Così l’operatore sanitario rischia di non svolgere bene il suo ruolo e di sbagliare pure il codice di assegnazione. C'è una guardia giurata in servizio solo 18 ore, alle 2 se ne va e il pronto soccorso rimane scoperto».

«Bisogna garantire la sicurezza di tutti, operatori e pazienti. Immaginate la paura dei bambini in attesa al pronto soccorso di fronte a un gesto di violenza», concludono.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO