home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Aggressione Ursino, scarcerati i due antagonisti (ma dovranno lasciare la provincia di Palermo)

Arresto convalidato per Gianmarco Codraro e Carlo Mancuso ma accusa derubricata da tentato omicidio a lesioni. Il gip ha imposto il divieto di dimora

Aggressione Ursino, scarcerati i due antagonisti (ma dovranno lasciare la provincia di Palermo)

Gianmarco Codraro e Carlo Mancuso, i due militanti dei centri sociali, arrestati per il pestaggio del leader di Forza nuova Massimo Ursino, e scarcerati oggi dal gip non potranno partecipare nel pomeriggio alla manifestazione antifascista organizzata a Palermo da Potere al popolo. Il giudice del Tribunale Roberto Riggio ha sì scarcerato i due giovani ma ha imposto a entrambi il divieto di dimora nella provincia di Palermo. Dunque Codraro e Mancuso non potranno vivere a Palermo e provincia e dovranno presentarsi tre volte a settimana alla polizia giudiziaria per l'obbligo di firma.
Lo ha deciso il gup del Tribunale di Palermo, Roberto Riggio, accogliendo l’istanza della difesa. Il magistrato ha derubricato l’accusa contestando agli indagati il reato di lesioni personali gravi.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

VivereGiovani.it

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO