WHATSAPP: 349 88 18 870

Niente funerali pubblici per madre mafioso detenuto Giuseppe Barranca

Il questore di Palermo Guido Longo ha disposto il rito funebre in forma privata per evitare eventuali manifestazioni contrarie all'ordine e alla sicurezza pubblica

Scoglitti: uomo annega nel tentativo di salvare i suoi figli

Palermo - Si sono svolti, stamani, presso il cimitero di S.Orsola, i funerali della madre di Giuseppe Barranca, quest’ultimo noto esponente di "Cosa Nostra", appartenente alla famiglia mafiosa di "Brancaccio", attualmente recluso presso un carcere italiano ove sta scontando la pena dell’ergastolo.

Il rito funebre si è svolto in forma privata, così come disposto dal Questore di Palermo, Guido Nicolò Longo. La salma, infatti, è stata trasferita direttamente dall’abitazione al cimitero e senza alcun corteo. La scelta è stata adottata per "evitare che la cerimonia potesse rappresentare pretesto per manifestazioni estranee al sentimento di pietà verso i defunti e, dunque, pregiudizievoli per l’ordine e la sicurezza pubblica". A tale scopo sono stati assicurati dalla Questura discreti servizi di vigilanza, ordine e sicurezza pubblica, svolti anche da personale in abiti "civili" della Squadra Mobile, sia durante il trasferimento del feretro, sia durante la funzione religiosa.

Giuseppe Barranca, personaggio di notevole caratura criminale, è stato condannato per i delitti di strage, omicidio aggravato ed in concorso, associazione a delinquere di tipo mafioso e detenzione illegale di armi e, così come accertato dall’Autorità Giudiziaria, ha rivestito un importante ruolo nella strage di Capaci.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa