WHATSAPP: 349 88 18 870

Firme false M5S, al via gli interrogatori dei deputati regionali

L'iniziativa dei pm di Palermo dopo le ammissioni di Claudia La Rocca. Tra i primi a essere sentiti Cancelleri e Trizzino

Caso firme false M5s a Palermo, deputati rifiutano autosospensione e accusatore "ritratta"

I parlamentari regionali del M5S all’Assemblea regionale siciliana sono stati sentiti dai magistrati della Procura di Palermo, come persone informate sui fatti, nell’ambito dell’inchiesta sulle firme false alle amministrative del 2012 a Palermo. Nei giorni scorsi sono stati sentiti dal Procuratore aggiunto Dino Petralia e dal pm Claudia Ferrara buona parte ei deputati.

Le audizioni si concluderanno domani pomeriggio con il leader dei grillini in Sicilia, Giancarlo Cancelleri, la deputata catanese Gianina Ciancio e l’ex Presidente della Commissione Ambiente Giampiero Trizzino.


E’ stata la deputata Ars Claudia La Rocca a decidere di raccontare ai pm quanto accaduto la notte in cui furono copiate le firme false per permettere la presentazione della lista alle comunali del 2012. La Rocca è stata inizialmente sentita come testimone, ma poi la sua posizione si è trasformata in indagata. Sono diversi gli indagati che saranno ascoltati dalla prossima settimana.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa